Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Il navigatore per ambienti chiusi, basato sulle variazioni del campo magnetico terrestre, Gipstech, ha ricevuto uno dei 15 premi da 25.000 euro messi in Palio da Telecom Italia nell’ambito del programma Working Capital 2013. Sviluppata nell’università della Calabria da Gaetano D’Aquila, Giuseppe Fedele e Matteo Faggin, la tecnologia utilizza comuni smartphone e non necessita di infrastrutture aggiuntive se non il WiFi già presente nelle strutture ospitanti. 

La tecnologia si basa sulla mappa di un ambiente, realizzata usando come punti di riferimento le anomalie del campo magnetico indotte dagli oggetti ferrosi e rivelate con la bussola presente nello smartphone e un algoritmo. Il processo di mappatura si fa solo la prima volta e la mappa è poi a disposizione degli utenti che richiedono i servizi di localizzazione. Una volta disponibile la mappa, se si vuole ritrovare un oggetto, come una macchina in un parcheggio, basta segnare la posizione sulla mappa, una volta scesi dalla vettura, e il navigatore guiderà il ritorno. La tecnologia ha vinto nel settembre scorso la Startup Competition di TechCrunch Italy, fra i più importanti eventi dedicati alle startup digitali, ed è arrivata anche fra le 10 finaliste della Start cup Calabria (LEGGI L’ARTICOLO).
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •