X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

CASSANO IONIO (CS) – È ufficiale il programma della visita pastorale di papa Francesco a Cassano all’Jonio, definito d’intesa tra la Prefettura della Casa Pontificia e la diocesi cassanese. Il pontefice arriverà intorno alle 9 di sabato 21 giugno. Come anticipato dal Quotidiano, atterrerà nel piazzale del carcere di Castrovillari  per la visita ai detenuti, al personale penitenziario e alle loro famiglie. Si tratta del penitenziario nel quale sono detenuti, tra gli altri, i familiari del piccolo Cocò, ucciso insieme al nonno e ad un’altra persone alcuni mesi fa.

Ad accogliere Bergoglio davanti al carcere ci sarà il vescovo di Cassano, monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, insieme al quale successivamente, sempre in elicottero, Francesco raggiungerà Cassano. Alle 11 l’atterraggio allo stadio comunale “Pietro Toscano”: dopo una breve cerimonia di accoglienza, avrà luogo il trasferimento al vicino centro di cure palliative per malati terminali “San Giuseppe Moscati”. A mezzogiorno, dopo aver attraversato in auto via Salvo D’Acquisto, via Giovanni Amendola e corso Garibaldi, papa Francesco, in cattedrale, avrà un incontro riservato con il clero diocesano. Alle 13  sarà al seminario diocesano “Giovanni Paolo I”, dove offrirà il pranzo ai poveri della Caritas diocesana e ai giovani della comunità terapeutica di recupero “Saman”. Nel pomeriggio, alle 14.30, altra visita. Papa Bergoglio visiterà gli anziani dell’istituto “Casa Serena”. 

Quindi la ripartenza in auto alla volta di Sibari, per la Santa Messa che sarà celebrata nella spianata dell’area ex Insud, con inizio fissato alle 16.30. Prima, però, passaggio tra i diversi settori a bordo della papamobile, per stringere in un unico, affettuoso abbraccio le decine di migliaia di fedeli che hanno già richiesto il pass (gratuito) attraverso il sito www.papafrancescoacassano.it e l’Infopoint attivo in piazza sant’Eusebio.

LEGGI I DETTAGLI: COME PARTECIPARE ALL’EVENTO

LA MAPPA: L’AREA CHE OSPITERA’ LA MESSA

Alle 18, il Santo Padre ripartirà per Roma, con l’elicottero che decollerà dalla piazzola attrezzata alle spalle del palco. “Sarà un giorno di gioia, ma soprattutto un evento di Chiesa”, commenta monsignor Galantino. “Il Santo Padre – aggiunge il Presule – verrà per incontrare la comunità di credenti che testimonia il Signore Risorto in un territorio che sente forte il bisogno di essere confermato nella fede e recuperato ad una vita degna di essere vissuta. Un impegno che ci chiama tutti, nessuno escluso, a fare appieno la nostra parte, seminando coerenza, speranza, giustizia, solidarietà e fede vissuta nella quotidianità, incarnando in maniera coerente il Vangelo”. 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares