X
<
>

La cerimonia di premiazione

Condividi:

COSENZA – È stato conferito, ieri, il premio Ernesto d’Ippolito 2021, in memoria dell’illustre penalista cosentino scomparso nel 2017 e socio fondatore del Rotary Club Cosenza Nord, all’ingegnere informatico Arrigo Palumbo.

Il docente di bioingegeria elettronica all’Università di Catanzaro ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per il progetto di ricerca scientifica di Medicina avanzata “Il Futuro è SIMpLE” presentato in anteprima nazionale alla presenza delle autorità Rotariane e di rappresentanti istituzionali.

I lavori, tenutosi nella sala convegni dell’hotel Europa, sono stati aperti dal presidente Fedele Vivacqua. Nel suo intervento è stato evidenziato come Il Rotary sia da sempre impegnato ad individuare problemi nel sociale ed elaborare progetti atti a lenirne i disagi. Il Club Cosenza Nord ha per questo motivo attivato una apposita commissione per rintracciare le migliori menti calabresi operanti nel mondo al fine di creare una rete operativa basata sull’orgoglio e la dignità dell’appartenenza. La prolusione della serata è stata affidata a Piero Niccoli, Past District Governor, che ha ricordato la figura di Ernesto d’Ippolito.

L’ospite della serata, Arrigo Palumbo, ha illustrato l’impianto del suo progetto “Smart solutIons for health Monitoring and independent mobiLity for Elderly and disable people” che, finanziato dal MIUR, nasce dall’esigenza di garantire una migliore qualità della vita e promuovere una maggiore inclusione sociale di persone con disabilità grave, attraverso l’istituzione di sinergie derivanti dall’ingegneria e dalla medicina.

Sostanzialmente, grazie agli studi di Palumbo, una comune sedia a rotelle, equipaggiata con tecnologie innovative “pazientecentriche”, mediante una cuffia elettrencefalografica, prende vita dai pensieri di chi la utilizza.

Il sistema è un valido aiuto per le persone con disabilità sia agli arti inferiori che superiori e, in particolare, sarà rivolto a persone affette da malattie neurodegenerative e neuromuscolari, quali, Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), Atrofia Muscolare Spinale (SMA), Sclerosi Multipla (SM), Distrofie Muscolari, persone con Lesioni del Midollo Spinale (LM) causate, ad esempio, da traumi o incidenti e persone anziane con gravi menomazioni dell’apparato neuro-motorio.

Al partecipato incontro è intervenuto, anche, il sindaco di Cosenza, Franz Caruso che ha elogiato il Progetto SIMpLE e si è complimentato per il lavoro del Rotary Club Cosenza Nord, soprattutto per l’idea del Premio intitolato ad Ernesto d’Ippolito di cui, lui stesso, è stato allievo.

Il momento di maggiore impatto emotivo è stato quello della consegna del premio Ernesto d’Ippolito da parte della signora Chiara d’Ippolito, alla presenza di Francesco Chiaia, vicepresidente del Rotary Club Cosenza Nord e allievo dell’illustre penalista.

Le parole conclusive dell’avvocato Chaia, sono state: “Il premio che stasera Arrigo riceve, costituisce una sublimazione del pensiero di Ernesto d’Ippolito nel rispetto del suo motto Oltre Io, l’Altro”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA