X
<
>

Condividi:

COSENZA – Al giro di boa del suo mandato e alla vigilia dell’apertura delle iscrizioni al prossimo anno accademico, il rettore dell’Università della Calabria Gino Mirocle Crisci è stato ospite della redazione centrale del Quotidiano del Sud, dove ha risposto alle domande del direttore e dei giornalisti.

Il rettore ha anticipato che il prossimo bando tasse e contributi favorirà l’ampliamento della platea di studenti che potranno aver diritto all’esonero dalle tasse e ai benefici del diritto allo studio, perché il tetto massimo di Iseeu previsto sarà, in linea con le previsioni di legge, 23 mila euro. Fino allo scorso anno l’Unical aveva adottato requisiti più restrittivi (l’Iseeu non poteva superare i 15 mila 800 euro), per far fronte alle forti disparità di fondi per la copertura delle borse di studio che vedevano la Calabria fanalino di coda, consapevole però di perdere in attrattività rispetto agli atenei del nord che consentivano, con redditi più alti, di ottenere i benefici previsti dal diritto allo studio.

Dal prossimo anno le risorse aggiuntive garantite dalla Regione e una nuova formulazione nel calcolo delle tasse dovrebbero consentire all’Unical di allinearsi agli atenei settentrionali e permettere a circa i due terzi dei suoi studenti di concorrere per l’esonero dalle tasse e la borsa di studio. Nel corso del forum il rettore ha parlato di classifiche e valutazioni dell’università, dei rapporti con gli enti, dei tagli che ha subito e subisce l’alta formazione soprattutto nel meridione e delle recenti turbolenze in Senato Accademico.

Il contenuto dell’intervista sarà pubblicato nell’edizione di martedì 19 luglio del Quotidiano del Sud. Nel video alcune anticipazioni (GUARDA).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA