X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CAMIGLIATELLO SILANO (CS) – La nube di fumo nero e vapore si alza nel cielo di Camigliatello. La locomotiva FCL 353 del trenino turistico della Sila è pronta a ripartire, dopo circa 8 anni di stop. Davvero tanta gente oggi a salutare il ritorno del trenino (GUARDA LE FOTO).

E’ stato il presidente della giunta regionale Mario Oliverio a tagliare il nastro. Poi tutti a bordo per il primo viaggio (GUARDA IL VIDEO).

A benedire il mezzo datato 1926 è stato Don Emilio Salatino, parroco di San Giovanni in Fiore e rappresentante del Comitato della Salvaguardia Silana, che ripercorrendo la storia del trenino ha ricordato i tre incidenti avvenuto negli anni 40 “nei quali morirono 6 persone delle quali tre ferrovieri, un capotreno e 50 rimasero ferite”.

GUARDA IL VIDEO

Questa ferrovia è stata costruita in tre momenti, “il tratto da Pedace a San Pietro in Guarano fu aperto nel 1922, infatti siamo vicini al centenario, il secondo tratto fino a Camigliatello il 10 agosto del 1931, quindi tra due giorni saranno 85 anni. L’ultimo tratto fino a San Giovanni in Fiore fu reso accessibile nel maggio del 1956”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares