X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

RENDE (CS) – L’Unical si conferma Università “ad alto gradimento”: al termine delle operazioni on line di ammissione, è stato registrato un aumento delle domande, rispetto allo scorso anno, del 2,10%. Nel 2015, infatti, relativamente ai corsi di laurea triennali ed a ciclo unico, erano state presentate 5684 richieste, mentre quest’anno sono pervenute 5806 domande (+122). Lo rende noto lo stesso Ateneo in un comunicato. Appena pochi giorni fa si sono concluse le giornate dedicate alle informazioni per le nuove potenziali matricole (LEGGI).

«E’ un risultato positivo e gratificante quello centrato dal nostro Ateneo – afferma il rettore Gino Mirocle Crisci, nel commentare i numeri forniti dall’Area didattica – specie se si considera che diverse Università dovranno, invece, fare i conti con una contrazione delle domande di immatricolazione. L’Unical, seppur di poco, torna a crescere confermando, in questo modo, un elevato livello attrattivo tra i neodiplomati calabresi, i quali sono convinti che iscrivendosi ad Arcavacata potranno affrontare un’esperienza formativa peculiare, sia sul piano della qualità didattica e scientifica, sia per quanto concerne il livello dei servizi».

Il rettore ha aggiunto: «Non dimentichiamo che solo poco tempo addietro, l’Unical si è vista confermare, dall’indagine nazionale condotta dal Censis ai vertici tra gli atenei di grandi dimensioni brillando, principalmente, nella qualità dei servizi offerti agli studenti. Ed anche sul piano della ricerca scientifica nella classifica CWTS, elaborata dall’Università di Leiden, figuriamo tra le migliori università del Paese. Inoltre è stata ben accolta la volontà di innalzare le soglie per l’accesso ai benefici del diritto allo studio. Questi risultati – conclude Crisci – sono noti alle famiglie calabresi e ai giovani neo diplomati che scelgono di iscriversi da noi. Naturalmente possiamo, anzi dobbiamo, fare ancora meglio, ma questi esiti ci dicono che la strada che stiamo percorrendo è quella giusta».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares