X
<
>

Giorgia Salatino e Salvatore Minervino, primi restauratori laureati all'Unical

Condividi:

COSENZA – L’Università della Calabria laurea i suoi primi restauratori. È giunto, infatti, a conclusione il primo quinquennio della laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali, abilitante all’esercizio della professione di restauratore.

La prima seduta di laurea, alla presenza del rettore Nicola Leone, si è svolta questa mattina (18 novembre) presso l’aula Magna del centro congresso “Beniamino Andreatta”.

Sono stati in due i primi a laurearsi e con il massimo dei voti: Giorgia Salatino, figlia dell’architetto Carlo che ha ricoperto in passato il ruolo di assessore alla Provincia di Cosenza, che ha eseguito il restauro del dipinto murale “Una Deesis con Cristo pantocratore” della chiesa dell’Annunziata presso il castello di Santo Niceto, nel comune di Motta San Giovanni (Rc) sotto la guida della restauratrice Anna Arcudi e Salvatore Minervino, che si è occupato del restauro del monumento funebre di Francesco Scarlato nel Comune di Fuscaldo (Cs), sotto la guida della restauratrice Marianna Musella.

“Le attività del corso di laurea – ha dichiarato il Rettore nel suo saluto introduttivo – rappresentano un’ottima occasione per salvaguardare e valorizzare i nostri beni culturali, favorendone la conoscenza da parte dei cittadini. Inoltre, questo è corso trasversale, che non coinvolge solo il dipartimento di afferenza, ma si arricchisce di tanti altri insegnamenti offerti dalla nostra università come quelli di informatica, architettura, storia dell’arte, archeologia, chimica e fisica.”

Per conseguire l’abilitazione e acquisire le competenze necessarie allo svolgimento della professione, gli studenti durante il percorso universitario hanno svolto un’intensa attività laboratoriale eseguendo, sotto la guida di esperti regolarmente iscritti all’elenco professionale del ministero della Cultura, numerosi restauri.

Tra questi, i lavori delle tarsie marmoree dell’altare della Madonna del Pilerio presso il Duomo di Cosenza, il restauro degli affreschi della chiesa di Belmonte Calabro, il restauro dei mosaici della Villa di Casignana (RC), alcune statue della gipsoteca della Casa della cultura di Palmi e, infine, il restauro dei mosaici della Praedia di Giulia Felice a Pompei.

VIDEO – In questa playlist di sei puntate, sul canale YouTube Unical, i principali tesori d’arte calabresi restaurati dagli studenti del corso di studi magistrale, a ciclo unico, in Conservazione e restauro dei beni culturali: https://www.youtube.com/playlist?list=PLReH1uqNrdBxAf7u0vKQt3Xy4AlBt965V

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA