X
<
>

La presentazione dell’evento a Catanzaro

Condividi:

COME il colpo di pistola tipico di alcune competizioni, la manifestazione “Sila, Sport e Turismo” darà il via a una tre giorni nata con lo scopo di dare un nuovo avvio alle attività sportive e di valorizzare il territorio e la filiera agroalimentare, con un occhio verso l’obiettivo della destagionalizzazione turistica per la Calabria.

L’evento, presentato a Catanzaro nella sede di Unindustria Calabria e organizzato dal Comitato Regionale di CSAIn Calabria in stretta partnership con Unindustria Calabria, partirà oggi – 2 settembre 2021 – e avrà luogo fino a domenica 5 settembre nella suggestiva località di Camigliatello Silano.

Nel corso delle tre giornate, ha spiegato il presidente di CSAIn Calabria, Amedeo Di Tillo, «ci saranno momenti dedicati alla cultura, all’associazionismo, alla formazione, e si svolgeranno stage, convegni, motoraduni e attività di fitness, escursioni e modellismo sportivo».

La manifestazione si inserisce nel contesto del progetto Nasc (Nuove attività sportive contro la sedentarietà dopo il Covid), inaugurato in primavera e finanziato dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio, e attraverso questa iniziativa, ha poi affermato il presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, «abbiamo voluto compiere uno “scatto”, dopo il Covid e dopo l’estate, per cogliere appieno tutte le opportunità che sia il Recovery sia i fondi di programmazione porgono alla nostra regione per il futuro».

L’obiettivo, ha aggiunto Ferrara, è quello di parlare di «“turismi” in quanto riteniamo che la Calabria sia particolarmente versatile sotto questo fronte. Non c’è solo mare ma anche collina e montagna, e da questo punto di vista lo sport può, attraverso eventi sportivi, destagionalizzare la nostra stagione turistica allungandola sia prima del clou della stagione estiva che dopo, durante l’inverno».

Lo sport dopo il periodo Covid, ha inoltre detto Amedeo Di Tillo, «è importante per la ripartenza e con questo evento abbiamo pensato di usare come attrattiva la montagna della Sila per poter ricominciare a fare attività sportiva, accendendo inoltre i riflettori sul territorio presilano dove il clima favorisce determinati tipi di attività, come il fitness e l’escursionismo, parte centrale della manifestazione che si chiuderà appunto con una importante escursione durante la quale tutti gli escursionisti calabresi raggiungeranno la Sila».

Tra le 200 e le 250 persone, ha previsto Di Tillo, saranno protagoniste di un evento che porrà al centro non solo l’attività sportiva ma anche il territorio, il turismo e, ha precisato ancora il presidente CSAIn Calabria, «soprattutto il benessere psicofisico».

Durante la presentazione, il presidente Ferrara ha infine annunciato l’intenzione di mettere sul tavolo di confronto con i candidati alla guida della Regione Calabria aspetti quali «la necessità di un piano shock di investimenti su tutte le filiere e su un turismo che sarà diverso da quello pre-Covid a cui va affiancata una sanità di qualità e una definitiva gestione dei rifiuti, della depurazione delle acque e dei trasporti».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA