X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Cerimonia allo stadio “Marulla” in onore del sacerdote di Acri, presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione della Cause dei Santi

COSENZA -E’ iniziata allo stadio “Gigi Marulla” di Cosenza la cerimonia di beatificazione di Francesco Maria Greco, sacerdote di Acri e fondatore delle “Piccole Operaie dei Sacri Cuori” (LEGGI IL PROFILO).

La cerimonia è presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione della Cause dei Santi. Sono presenti 22 vescovi, 700 religiosi, 350 tra autorità civili e religiose, con ben 6 nazioni rappresentate.

[editor_embed_node type=”photogallery”]68541[/editor_embed_node]

All’interno dello stadio almeno quindicimila i fedeli accorsi. Numerosissimi quelli arrivati da Acri, con dodici autobus e anche con mezzi privati. Il neo beato proprio ad Acri ha vissuto tutta la vita e qui fondò la concrezione di suore insieme alla sorella Maria Teresa e un ospedale per aiutare i bisognosi. Tra i presenti c’è anche Nina Pancaro, la donna di Altomonte, che è stata miracolata dal sacerdote acrese nel febbraio 2003. Oggi pomeriggio è toccato a lei offrire all’altare la reliquia di Francesco Maria Greco, reliquia che già stasera tornerà ad Acri dove sarà portata in processione nella chiesa di San Francesco. Allo stadio “Marulla” presente anche la superiora delle Piccole operaie dei Sacri cuori Palma Franco

Tanta emozione, ovviamente, al momento della rivelazione della immagine ufficiale del beato. Stabilito nel 13 gennaio il giorno della festa in suo onore.

 

IL PRECEDENTE. Non è la prima beatificazione che la provincia di Cosenza vive in modo diretto in tempi recenti, nel 2011 fu il caso di Suor Elena Aiello (LEGGI LA NOTIZIA DELL’ANNUNCIO e DELLA CERIMONIA DI BEATIFICAZIONE)

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares