X
<
>

Foto ricordo per i cento anni di Vincenzo Cretella

Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – IL sindaco Franz Caruso ha preso parte ai festeggiamenti per i 100 anni di Vincenzo Cretella, storica figura del socialismo cosentino e maestro elementare che ha contribuito alla formazione di tantissimi ragazzi nelle scuole nelle quali ha insegnato fino al raggiungimento della pensione.

Il primo cittadino di Cosenza si è recato personalmente nell’abitazione di Vincenzo Cretella, in via Galluppi, per porgergli i suoi auguri personali.

Ma la visita di Franz Caruso a casa Cretella ha assunto anche il significato di una vera e propria reunion socialista perché attorno a Vincenzo Cretella si sono radunati, insieme all’attuale sindaco di Cosenza, anche Pino Iacino, primo cittadino tra il 1975 e il 1980, il consigliere comunale Mimmo Frammartino che è stato un po’ artefice dell’incontro, e Francesco D’Ambrosio.

«Un evento straordinario come questo non poteva non essere sottolineato dalla nostra presenza – ha commentato il sindaco Franz Caruso- sono stato particolarmente lieto di aver preso parte ai festeggiamenti per i 100 anni di Vincenzo Cretella, socialista convinto e appassionato che in tutta la sua esistenza non ha mai tradito i suoi ideali, profondamente radicati nei principi cardine della tradizione politica riformista».

Nato nel 1921, quando si consumò la scissione di Livorno tra le anime della sinistra, Vincenzo Cretella ha sempre interpretato l’appartenenza socialista come passione fideistica. È stato tra gli iscritti storici della sezione “Pietro Mancini”. La visita del sindaco Caruso ha trasmesso a Vincenzo Cretella una tale carica di vitalità che lo ha spinto a raccontare aneddoti e a tracciare una breve storia del socialismo in Calabria. Per molti anni ha insegnato a Carolei di cui ora è cittadino onorario.

Ieri una targa della città di Cosenza gli è stata consegnata da Caruso con inciso “al compagno Vincenzo Cretella, socialista da 100 anni”. Cretella gongola e sorride, tenendosi strette le tante tessere che ancora custodisce gelosamente.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA