X

Tempo di lettura 2 Minuti

Usa lo stesso meccanismo di Shazam ma è applicata alla letteratura. È disponibile gratuitamente su Android

ACRI (COSENZA) – Ha avuto una vasta eco sulla stampa nazionale, specializzata e non, la notizia di una nuova applicazione per smartphone. Si chiama Instabook ed è stata realizzata da un team di tre giovani ingegneri acresi.

Dietro il nome Arandroid developers, in realtà, si nascondo le identità di Angelo Ragusa, Andrea Sposato e Ronny Meringolo (nella foto). Instabook, scaricabile gratuitamente da Google Play, utilizza il medesimo meccanismo di Shazam, ma lo trasferisce al mondi della lettura. In sostanza, attraverso la citazione o un passaggio di un libro, l’applicazione risale direttamente al titolo e all’autore dell’opera. Digitato il passo e terminata la ricerca è possibile leggere il titolo, l’autore, una breve descrizione e la valutazione degli utenti espressa in stelle.

 

Instabook inoltre verifica se il libro è su Google Books ed eventualmente acquistarlo, oltre a proporre una classifica dei libri più in voga. I risultati della ricerca danno un ampio ventaglio di pubblicazioni, che offre sull’argomento una completa informazione su tutto ciò che c’è nei libri.

I tre tecnici acresi hanno lavorato all’applicazione, a tempo perso, per alcuni mesi e ora stanno avendo un riscontro significativo. E’ stata lanciata ufficialmente lo scorso 31 ottobre e ha avuto una rapida diffusione. In passato ne hanno realizzate altre, su specifiche richieste e per particolari esigenze. Instabook ha certamente contribuito in maniera notevole a far conoscere il lavoro di questi tre ragazzi, uniti tra loro, oltre che da comuni interessi professionali, anche da una lunga amicizia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares