X
<
>

Un momento del viaggio verso Santiago

Condividi:

Prosegue con una nuova tappa il diario di viaggio di Franco, Silvio e Giampiero alla volta di Santiago de Compostela nel nome dell’amico Pino (LEGGI LA NOTIZIA), durante tutto il viaggio i tre atleti racconteranno le esperienze maturate durante il percorso in una sorta di diario tenuto sulle pagine del Quotidiano del Sud.

SCOPRI TUTTE LE TAPPE DEL DIARIO DI VIAGGIO
IN AGGIORNAMENTO DINAMICO
DI FRANCO, SILVIO E GIAMPIERO

Sesta tappa VILLAFRANCA – O CEBREIRO

Dai 540 metri di Villafranca affrontiamo l’ennesimo viaggio introspettivo salendo fino a quota 1099 slm di Pedrafita do Cebreiro, piccolo borgo di montagna in Galizia, meglio noto come O Cebreiro.

[editor_embed_node type=”photogallery”]78215[/editor_embed_node]

 

Dopo i primi 17 chilometri di routine, muta progressivamente al nostro andare il circondario e la pendenza, affrontata a tratti in semiaccosciata. Da Las Herrerias in poi quasi non si cammina più. Senza più l’ombra dei castagni a darci sollievo, prati e cavalli ma O Cebreiro non si vede ancora.

SCOPRI COS’È IL CAMMINO DI SANTIAGO NELLA SCHEDA SUL PELLEGRINAGGIO

È dura e visti da dietro col mento schiacciato a terra dal peso dagli zaini, sembriamo transumanti da soma. Dal fiatone più che un viaggio è un’impresa sportiva. Sconfiniamo mani e piedi la provincia di Leòn ed entriamo in Galizia e finalmente in fondo al viale, l’isolato O Cebreiro. Con le gambe intorpidite ci guardiamo intorno alla ricerca del riparo per la notte. Quaggiù il tempo ha un’altra dimensione. Domani senza fretta raggiungeremo anche Tricastela.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA