X
<
>

Il Chiostro di San Domenico a Cosenza

Tempo di lettura 2 Minuti

COSENZA – Ritornano nel cuore della città di Cosenza i tradizionali appuntamenti culturali delle Edizioni Pellegrini. Organizzati quest’anno in collaborazione con il Comune di Cosenza, prevedono incontri con scrittori e giornalisti dedicati a temi ed argomenti di vario genere. Otto gli appuntamenti in cartellone, che si svolgeranno nei mesi di giugno e luglio.

L’inizio della rassegna è previsto martedì 8 giugno, alle ore 18.00, nel Chiostro di San Domenico, con la presentazione di “Cosangeles”, prima opera narrativa del giornalista Paride Leporace composta da undici racconti ambientati nella Cosenza degli anni ’70 e ’80.

Si continua il 17 giugno, alle 18.00, sempre nel Chiostro di San Domenico, con l’atteso “Cosentini in bianco e nero” vol.2 del giornalista Rino Amato, che raccoglie immagini fotografiche e storie, personali e collettive, dal 1964 al 1980.

Il 24 giugno, alle ore 18.00, sul Terrazzo Pellegrini, sarà la volta dell’ex senatore Massimo Veltri e della sua raccolta di racconti dal sapore autobiografico “Lo zio americano e altre storie”.

L’1 luglio, alle ore 18.00, sul Terrazzo Pellegrini, sarà presentata “La Santa ‘Ndrangheta. Da ‘violenta a contesa’”, un saggio a quattro mani scritto dalla sociologa Anna Sergi e dal giornalista Pantaleone Sergi.

L’8 luglio, nel Chiostro di San Domenico, alle ore 18.00, sarà il turno dell’attualissimo volume “Disastro pandemico in Codice rosso. La sanità calabrese tra mafie e paradossi”, scritto dai giornalisti Arcangelo Badolati e Attilio Sabato.

Il 15 luglio, alle ore 18.00, nel Chiostro di San Domenico, in occasione del quarantesimo anniversario delle apparizioni mariane a Medjugorie, è prevista la presentazione dell’intrigante studio di Gennaro Torchia “Medjugorje & C. L’allegra brigata”.

Il 21 luglio, alle ore 18.00, nel Chiostro di San Domenico, verrà presentato “Calabria delle meraviglie. Tra mito e leggende”, un originale omaggio del giornalista Arcangelo Badolati alle ricchezze storiche, culturali, ambientali della regione, troppo spesso sacrificate sull’altare della cronaca nera e giudiziaria.

La kermesse si concluderà il 29 luglio, alle ore 19,00, presso Villa Rendano, con la presentazione del libro “L’araba fenice – Rinascere dopo il Covid-19”, scritto a quattro mani dall’orafo Gerardo Sacco e dal giornalista Francesco Kostner. Il Maestro crotonese, per l’occasione, presenterà al pubblico le sue ultime collezioni di gioielli: “Rinascita”, che esprime il desiderio dell’artista di lanciare un messaggio di fiducia e di ottimismo dopo la crisi del Covid-19; e “Uscimmo a rivedere le stelle”, dedicata a Dante Alighieri in occasione del 700 anniversario della morte.

«La nostra rassegna – afferma Walter Pellegrini – vuole contribuire a ricreare le condizioni di una serena ripartenza, dopo i guasti causati dalla pandemia. Siamo convinti – aggiunge l’editore – che lo sforzo organizzativo messo in campo di concerto con l’Amministrazione comunale, che ringraziamo, possa sortire gli esiti sperati e incidere positivamente sulla realtà cittadina. Libri interessanti e di significativo valore letterario, come quelli scelti quest’anno – conclude Pellegrini – sono certamente in grado di aiutare tutti a ritrovare il gusto di una quotidianità “nuova” e “spiritualmente” rinnovata, di cui abbiamo urgente bisogno».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares