X
<
>

I vincitori

Condividi:

CASSANO (COSENZA) – Campioni nazionali di robotica. Gli alunni della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Giuseppe Troccoli” di Lauropoli hanno vinto il campionato nazionale di robotica “Robocop Junior 2021 Academy Italia”, la rete di scuole territoriali di robotica educativa, promossa dal ministero dell’Istruzione.

Venerdì scorso, 14 maggio, gli alunni Gioele Falbo, Igor Gabriele, Martin Rugiano, Angelo Ferraro, Liborio Perri e Cristian Minervini, sapientemente guidati dalla professoressa di Tecnologia, Teresa Berardi, «che ha seguito con passione i ragazzi in tutte le fasi preparatorie», hanno avuto la meglio su tutti i loro avversari e hanno raggiunto il podio più alto nella gara che quest’anno ha avuto il proprio asse organizzativo presso l’I.I.S. di Pescara e si è svolta all’interno del progetto “Digital Challenges”, previsto dal Piano nazionale Scuola digitale sulle metodologie didattiche innovative.

Un risultato lusinghiero che ha pienamente soddisfatto la dirigente dell’Istituto comprensivo “Giuseppe Troccoli”, Maria Lucia Giordano che, con una nota, ha sottolineato «l’impegno e la dedizione degli alunni. La professoressa Berardi, sin dal principio del percorso che ha portato alla partecipazione alla gara, ha notato la grande genialità e la predisposizione all’utilizzo delle nuove tecnologie che i ragazzi hanno manifestato nell’approccio alle strumentazioni e ai linguaggi dedicati all’automazione».

La robotica è una disciplina di studio che affianca le materie tradizionali e permette attività di laboratorio multidisciplinari, comprendenti scienze, matematica, biologia, fisica, informatica e linguistica. «In virtù di questo ennesimo e importante risultato conseguito, la scuola “Troccoli” conferma – si sottolinea nella nota – l’attitudine alle metodologie didattiche sperimentali e artistiche sia nell’insegnamento delle materie umanistiche che in quelle scientifiche».

La dirigenza del “Troccoli”, alla fine, esprime un sentito e particolare al professor D’Agostino dell’IISS “Erodoto di Thurii” di Cassano perché «è grazie a lui che è stato possibile formalizzare un Accordo di Rete tra le scuole del territorio».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA