X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Prosegue il lavoro per promuovere il riconoscimento del parco calabrese come patrimonio dell’umanità

LORICA (CS) – Si è tenuta, nella sede dell’Ente Parco Nazionale della Sila, a Lorica, l’assemblea del partenariato della riserva della biosfera – Unesco MaB Sila.

In questa occasione è stata costituita la Fondazione in partecipazione “Riserva Area Mab Unesco”, soggetto giuridico a supporto della governance della riserva. Nella mattinata, durante l’assemblea, sono stati presentati i membri candidati a costituire il consiglio di amministrazione della stessa Fondazione e, verificati i requisiti richiesti, si è dato luogo all’elezione dei rappresentanti dei Comuni facenti parte e non della Comunità del Parco e degli Enti pubblici e privati aderenti al partenariato.

La presidenza della Fondazione è stata assunta dal legale rappresentante pro tempore dell’Ente Parco Nazionale della Sila, Sonia Ferrari. Sono stati eletti: in rappresentanza dei Comuni facenti parte della Comunità del Parco, Salvatore Tozzo, delegato del Comune di Magisano (CZ) e Marisa Serafina Chiurco, delegata del Comune di Corigliano Calabro (CS). Per i Comuni esterni al Parco, invece, sono stati eletti: Agostino Chiarella, sindaco del Comune di Campana (CS) e Francesco Paonessa, delegato del Comune di Gimigliano (CZ).

Sono stati eletti, invece, in rappresentanza degli Enti pubblici e privati aderenti al Partenariato, Carmela Pecora delegata dal Gruppo naturalistico micologico Silano, e Pietro Brandmayr, presidente della società consortile Recal. Nel Consiglio è stato designato anche, in rappresentanza dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, Emilio Verrengia.

Nella seconda parte della giornata si è insediato, invece, il tavolo della presidenza e costituita, alla presenza del notaio Carlo Viggiani, la Fondazione in Partecipazione.

«Abbiamo raggiunto questo risultato grazie all’intenso lavoro svolto dall’Ente Parco in questi anni ed al coinvolgimento di oltre cento soggetti che insieme – ha dichiarato il commissario straordinario dell’Ente Parco, Sonia Ferrari – hanno contribuito al conseguimento del riconoscimento MaB Unesco nel 2014 per la Sila, divenuta la decima Riserva della Biosfera in Italia ed entrata a far parte di una rete mondiale che ne conta oltre 600.  Ora l’Area MaB Sila ha uno strumento fondamentale a supporto della governance della Riserva».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares