Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 Minuti

CASTROVILLARI (CS) – Presentato il cartellone di “Suoni”, il Festival Etnojazz della Pro Loco cittadina, in programma a Castrovillari da oggi al 31 luglio. Il Festival, pensato da Gerardo Bonifati (direttore artistico della Pro Loco) e da Sasà Calabrese (affermato musicista castrovillarese), è nato con l’intento, undici anni fa di regalare a tutti novità assolute: la prima è la rara opportunità di ascoltare e apprezzare artisti straordinari di riconosciuto valore. La seconda, e forse la più importante, valorizzare i musicisti della nostra terra.

Cresciuto di qualità, quest’anno “Suoni” punta tutto su un collettivo formato da 40 musicisti, la “Castrovillari Suoni Orchestra”. A dirigere l’orchestra sarà Geoff Westley, compositore, arrangiatore, produttore di fama mondiale. Alla presentazione dell’evento hanno preso parte il sindaco Domenico Lo Polito, il suo vice, Angela Lo Passo, e poi il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli e naturalmente i due direttori artistici, Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese. Anche in questa edizione, dopo il successo della passata sarà organizzata “Estadanza” che animerà il capoluogo del Pollino a partire da oggi e fino a martedì 26 luglio, dalle 9,00 alle 19,00.

Al castello Aragonese ci saranno incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale Taranta Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo e antropologo della danza. Mercoledì 27, alle 21,30 presso Episcopio-Vescovado Rione Civita ci sarà “Civita…in Vita”, con animazioni musicali e degustazioni gastronomiche. Giovedì 28 si entra nel vivo del festival con un primo “set” allestito presso il Protoconvento francescano con “Suoni d’autore” con Maurizio Morante – Roberto Cherillo e la “Castrovillari Suoni Orchestra” diretta dal M° Alfredo Biondo. Cambio di location, e il “set” prenderà vita al Castello Aragonese con le note di Mimmo Cavallaro, fra i migliori sperimentatori della tradizione calabrese.

Venerdì 29 alle 21,30 il Protoconvento ospiterà “Friends in Argentina”, un viaggio senza confini tra colto e popolare con protagonista il tango. Sul palco ci saranno i 40 elementi dell’Orchestra diretti dal grande Geoff Westley e la cantante Pilar, che unisce l’interpretazione vocale a un uso strumentale della voce, coniugando radici popolari e canzone d’autore in un sound originale e contemporaneo. Con Pilar una delle cantanti liriche inglesi più importanti, Janice Watson, vincitrice del Grammy Award. A seguire al Castello Aragonese sarà la volta di “Viva sta vita”, uno showcase di “Amakorà” una band di giovani musicisti delle serre calabresi, già vincitrice del Kaulonia Tarantella Future 2013.

Sabato 30 alle 5,00 del mattino la città si sveglierà con il concerto dell’Orchestra che seguirà “I suoni dell’alba” nell’arena del castello aragonese. Il concerto è dedicato alla figura di Luigi Le Voci, pittore castrovillarese di fama internazionale. In serata, alle 21,30 la “Castrovillari Suoni Orchestra”, con “I Suoni dell’anima” sarà diretta da Geoff Westley, seguirà “I suoni del sud” concerto di musica etnica a cura di Fiumi di Lava. Tre “set” concluderanno, domenica 31, l’XI edizione di “Suoni”. Si parte alle 21,30 nel Protoconvento con un omaggio ai Beatles a cura della “Castrovillari Suoni Orchestra”, diretta dal M° Alfredo Biondo, con la partecipazione del Soul Sighs Gospel Choir di Elisa Brown. Poi il Castello Aragonese, sarà invaso dalle 22 di “Suoni e colori” con il concerto di Frances Ascione e a seguire “I Cantu strittu” con in omaggio agli antichi e nuovi suoni di Sicilia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •