X
<
>

Arisa a Rende

Tempo di lettura 2 Minuti

Grande successo per la 56esima edizione del Settembre Rendese (LEGGI MAGGIORI DETTAGLI). Un finale strepitoso con il magico concerto di Arisa. Quest’anno, la storica kermesse di fine estate della città di Rende ha portato sul palcoscenico un parterre ricco di star internazionali, fortemente volute dal nuovo direttore artistico, Alfredo De Luca, il quale, insieme all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marcello Manna, ha inteso dedicare questa edizione ai Diritti Civili e alla Figura della Donna. Dopo Matilde Brandi, Joe Bastianich, Irene Grandi, è stata la volta di Arisa.

L’artista ha incantato Piazza Kennedy portando sul palcoscenico i suoi più grandi successi, il suo ultimo singolo “Ortica” e il brano sanremese “Potevi fare di più”. Arisa è stata accompagnata dal pianista Giuseppe “Gioni Barbera” e dal poliedrico Jason Rooney alla consolle.

L’artista ha concluso il suo concerto con un piccolo medley: «Un pezzettino di canzone è dedicato a tutti i bambini che ci vengono a vedere e a tutte le mamme. Ho visto che ci sono diverse signore in gravidanza. Un’altra canzone è dedicata a tutte le persone che hanno difficoltà ad uscire allo scoperto, non solo per quanto riguarda temi grandi ma anche temi piccoli, e che non hanno il coraggio di dire la loro e di scegliere.

Questo è un grande «reato» nei confronti del dono più grande che ci è stato dato che è la vita. E il tempo. Non perdete tempo. Non vivete la vostra vita da comparse, ma da protagonisti perché è vostra. Cercate di sentire le emozioni dentro di voi. Sentite la pancia, cosa vi dice ogni volta che pronunciate una parola, se vi è congeniale o no. Vivete la vostra vita e siate felici».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA