X

Gli Upside Down

Tempo di lettura 5 Minuti

COSENZA – Sta spopolando sui social, ha raggiunto i 15000 stream in una settimana, ed è il nuovo singolo di cinque giovani artisti di Amantea. “Bella come Cosenza” è la nuova hit dell’estate tutta made in Calabria, che ha riscosso anche i complimenti del sindaco della città dei bruzi, Mario Occhiuto. Kevin, Francesco e Mauro, in arte rispettivamente Masa Beibe, T?ze ed Emag, assieme al loro producer Alessandro in arte Dex, sono gli Upside Down, e in collaborazione con Andrea in arte Atseven, hanno dato vita a questo progetto musicale.

«Essendo fan di Dandy Turner, l’artista di “Sei bella come Roma“, Atseven ha pensato di fare un remix di quel brano, ne abbiamo parlato e deciso di farlo insieme» raccontano. Così nasce la loro collaborazione e così nasce “Bella come Cosenza”. Dopo Dandy Turner infatti, sono molti gli artisti che hanno dedicato alla loro città i remix di questo brano. Remix che adesso ha anche la città dei bruzi. E per questo motivo il sindaco Mario Occhiuto, sulla sua pagina Facebook, ha condiviso un pensiero dedicato al lavoro di questi giovani artisti. «Fa piacere vedere che, a parte le chiacchiere, le cose belle vengono apprezzate. – scrive il primo cittadino – Complimenti agli autori che sono bravissimi e ci aiutano anche a promuovere la nostra città».

“Bella come Cosenza” è presente su tutte le piattaforme digitali e sul canale YouTube ufficiale degli Upside Down, dove è possibile vedere “Bella come Cosenza, il film”. Il Videoclip della canzone infatti, racconta una vera e propria storia, come un film, ambientato a Cosenza. Il video è stato scritto e ideato da Masa Beibe mentre le riprese e l’ottimo lavoro di montaggio sono state sviluppate da Divulgazione Productions, due giovani registi di Acri: Dennis e Salvatore.

«La storia – raccontano – parla dell’amore di due ragazzi che si incontrano per puro caso in Piazza Bilotti (ex Piazza Fera) e sin da subito creano un legame, anche se inizialmente la ragazza rifiuta il bacio dell’altro. I due si incontreranno di nuovo su viale Mancini (viale Parco), solo che in questo caso il ragazzo ha una reazione eccessiva alle evidenti bugie della ragazza; le amiche di lei però, vedendolo in difficoltà si metto a disposizione per aiutarlo a conquistare la ragazza una volta per tutte e a farsi perdonare». Il video è stato girato tra piazza Bilotti e viale Mancini, due zone che nella canzone vengono nominate spesso: “con le amiche a piazza Fera”, oppure “su viale Parco ci vediamo”. Il bellissimo ponte di Calatrava invece chiude il videoclip: «il ragazzo organizza una sorpresa, uno striscione attaccato al centro del ponte, lei meravigliata si avvicina e lo perdona». Lo striscione è rigorosamente rosso e blu, i due colori della città anche e soprattutto per la fede calcistica. Non è un caso che nel brano c’è un pezzo che riprende la tipica canzone da stadio: “un giorno all’improvviso mi innamorai di te, il cuore mi batteva, non chiedermi perché”.

«Abbiamo voluto chiudere il video in modo non tanto chiaro – spiegano – perché non vogliamo escludere una seconda parte di questa storia d’amore». Perciò non ci resta che attendere il sequel di questo film e ovviamente un secondo brano. Viene da chiedersi come mai gli Upside Down e Atseven abbiano deciso di dedicare questa canzone alla città di Cosenza essendo loro tutti di Amantea. «Abbiamo scelto Cosenza – raccontano – perché è una città a noi vicina, e si sa che tra Amantea e Cosenza esiste un legame molto forte che va avanti da sempre. Inoltre questa città è punto d’appoggio per molti ragazzi che vogliono intraprendere le proprie carriere, i propri studi e rincorrere i propri sogni, senza nulla togliere a tutte le altre grandi città, paesi e cittadine Calabresi che sono altrettanto importanti e belle da visitare e rivisitare». Fanno musica insieme dal 2016 gli Upside Down e spiegano «eravamo già amici da tempo, poi una sera ci siamo incontrati per caso a una festa e abbiamo parlato delle nostre passioni, ambizioni e sogni». Così sono nati gli Upside Down, una crew formata da Masa Beibe, T?ze, Emag e Dex, producer del gruppo e giovane musicista talentuoso, fresco di conservatorio. «Atseven ha invece collaborato al brano, già nostro amico ma questa è la nostra prima collaborazione insieme».Sono artisti emergenti e indipendenti che hanno ottenuto tante soddisfazioni ma che riscontrano anche le difficoltà di chi decide di auto prodursi. «Sin dall’inizio – raccontano – anche grazie alle conoscenze di Dex, abbiamo fatto in modo di auto produrci. Pian piano con i nostri lavori e mettendo qualche soldo da parte siamo riusciti a crearci una saletta per le nostre produzioni, con tutto l’occorrente per poter registrare e cercando di non farci mancare nulla. Grazie a Dex e alle sue conoscenze siamo riusciti poi a raggiungere una buona qualità audio».

Ma le difficoltà purtroppo nascono anche dal genere di musica al quale un artista decide di appartenere. Lo spiegano i ragazzi, sottolineando come «inizialmente il rap non era visto né apprezzato ai livelli di oggi; quindi senza alcun supporto ci veniva difficile crederci e percorrere questa strada intrapresa» ammettono. «Mentre le soddisfazioni sono state raggiunte negli ultimi due anni, dopo aver fatto concerti e brani che hanno funzionato; grazie al nostro impegno le persone hanno iniziato a credere in noi e il supporto è diventato sempre più costante. Seppur un piccolo traguardo, per noi è qualcosa di grande e importante». «A chi sceglie di intraprendere questa strada – aggiungono – l’unico consiglio che possiamo dare è quello di non mollare mai, credere nei propri sogni e ricordarsi che le cose belle arrivano quando meno te lo aspetti». Intanto loro si godono le soddisfazioni di “Bella come Cosenza”, ma ammettono di avere tanti progetti per il futuro. Ora però si stanno concentrando sul prossimo singolo dal titolo “Bella abbronzata”. Sarà un nuovo tormentone estivo?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares