X
<
>

Anna Locelso ospita nel suo salotto Joe Bastianich

Tempo di lettura 2 Minuti

RENDE (COSENZA) – È una serata calda di settembre. Una di quelle serate che fan venir la voglia di restare fuori fino a notte fonda. Siamo nel centro storico di Rende. Un centro storico tirato a lucido e in festa.

È la serata di Joe Bastianich. Il noto imprenditore nel settore della ristorazione che ha raggiunto la popolarità in Italia grazie alla sua partecipazione come giudice a MasterChef scende a piedi dalla piazza principale per arrivare sul palco dove è atteso dalla sua band dal nome originale: “La 3° classe”.

La curiosità di vedere l’idolo televisivo da vicino è tanta e il borgo antico di colpo si riempie di bella gioventù. Di quella gioventù appassionata e curiosa. Bastianich va in giro per l’Italia per il gusto di suonare. La sua passione per la musica è totale ed è stato il leader della band “The Ramps” mentre da solista ha pubblicato “Joe Played Guidar”, un singolo in cui canta la sua storia.

Presentato il personaggio arriviamo alla vera notizia della serata. Quella che non avete trovato nelle cronache, quella notizia che fa capire anche il carattere e la simpatia di un personaggio amato in tutt’Italia. E durante la sua discesa lenta tra i vicoli del borgo incontra una bella signora bionda, una signora che ha “la casa più bella di Rende Paese”.

Questa l’esclamazione alla vista della casa da parte di Bastianich che promette ad Anna Locelso “canto e poi salgo da lei per una grappa…”. La signora Locelso, da tante famiglie rendesi ricordata come una “grande maestra”, ride e risponde “grappe non ne ho…ma ti posso far provare un nocino fatto in casa..”.

Promessa mantenuta. Sul finale del concerto nella piazza davanti alla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli Joe alza lo sguardo, si rivolge alla signora Locelso e, davanti al pubblico, confessa: “dopo il concerto mi aspetta la signora Anna per il nocino più buono di Rende…”.

Detto fatto. Fotografi e il giovane direttore artistico Alfredo e Luca bussano in casa Locelso che meravigliata accoglie Bastianich nel suo elegante salotto di casa. Perché ad un nocino non si può dir mai di no: “buono da diventar matti…” Parola di Bastianich.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA