X
<
>

Il regista Lindo Nudo

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Finalmente il sipario è tornato a riaprirsi e, anche a Cosenza, il teatro ha ripreso a vivere. Il primo passo lo ha fatto la compagnia Rossosimona che ha ripescato dal suo repertorio quell’omaggio ad Aldo Nicolaj che è “Felici matrimoni”, con tre atti unici del grande drammaturgo piemontese mettendoli insieme ed offrendoli al pubblico.

Già, il pubblico. Se c’era attesa e curiosità per vedere il comportamento del pubblico, queste, seppur limitatamente ai margini concessi dalle normative vigenti anti pandemia, non sono andate deluse. Trentacinque posti disponibili a serata per quattro serate, biglietti venduti praticamente tutti e pubblico che così, mascherina in volto e gel disinfettante a portata di mano, è potuto finalmente partecipare al “grande gioco” come lo ha definito il regista Lindo Nudo.

VIDEO – Guarda le interviste a regista e attori prima dello spettacolo.

In scena Paolo Mauro e Francesco Aiello, abili a scambiarsi i ruoli di marito e moglie nel corso degli atti. Lo spettacolo si è svolto al PalaCultura Giovanni Paolo II di Rende, gestito da Andrea Solano, struttura rimessa a nuovo proprio nei mesi della pandemia.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA