Tempo di lettura < 1 minuto

Primo colpo di mercato per la società rossoblù. Per la difesa si seguono le piste Pinto e Borghini

COSENZA – Il Cosenza dall’Avellino ha riscattato, onerosamente, l’attaccante Andrea Arrighini, fortemente voluto dal tecnico Roselli, anzi probabilmente in cima alla lista dei giocatori dai quali ripartire. Oggi sarebbe scaduta la clausola del diritto di riscatto che i rossoblù potevano esercitare, ma tutto si è concretizzato il giorno prima grazie al grande rapporto che esiste tra il presidente Guarascio e Taccone, patron dell’Avellino.

L’attaccante resterà al Cosenza per i prossimi due anni con opzione per il terzo. Nella scorsa stagione ha totalizzato 34 presenze e segnato 9 gol. Con Arrighini, dunque, inizia a prender forma anche il reparto dell’attacco, che ora andrà completato. Si tratta ancora per Alessandro Marotta e con Stefano Moreo.

In evoluzione è anche la situazione relativa a Luca Fiordilino e Antonio Vutov. Proprio in questo fine settimana Cerri avrà la possibilità di conoscere le volontà delle società di appartenenza dei due giovani ‘96, rispettivamente Palermo e Udinese. Solo allora si capirà quante possibilità avranno di tornare a vestire la casacca rossoblù. Interessano anche Zaccaria Hamlili dell’Ancona e Gianluca Barba dal Pescara. Capitolo difesa. In attesa del sì di Angelo Corsi, si tratta con Giovanni Pinto del Monopoli e col terzino Diego Borghini dell’Empoli.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •