Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

Respinto il ricorso della società rossoblù dopo che la partita non si giocò per impraticabilità di campo del “San Vito-Marulla”

ROMA – Niente da fare per il Cosenza, vittoria confermata per il Verona. La Federcalcio, infatti, ha reso noto che la Corte Sportiva D’Appello Nazionale, a Sezioni Unite, ha respinto il ricorso del club calabrese “avverso le sanzioni della perdita per 0-3 della gara con l’Hellas Verona, valida per la 2ª giornata del campionato di Serie B, e dell’ammenda di 3mila euro con diffida inflitta alla società per l’impraticabilità del campo dello stadio San Vito-Gigi Marulla” (LEGGI LA NOTIZIA).

Sul rinvio il Verona aveva subito annunciato ricorso (LEGGI LA NOTIZIA) e a distanza di due settimana arrivavò la decisione del giudice sportivo (LEGGI LA NOTIZIA). 

 

LEGGI DELLE POLEMICHE POLITICHE EMERSE SUL CASO

La Corte d’Apello ha anche parzialmente accolto due ricorsi della Salernitana, dopo la gara giocata in casa della Cremonese lo scorso 6 ottobre. Il primo in merito alla squalifica di una giornata e all’ammenda di 5mila euro inflitta al tecnico Stefano Colantuono, il secondo sui quattro turni di stop e alla multa di 3mila euro per il giocatore Raffaele Schiavi. Tolta la squalifica a Colantuono e multa ridotta a 3mila euro, mentre per il giocatore i turni di stop sono stati ridotti da 4 a 3.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •