X
<
>

Roberto Goretti oggi allo stadio San Vito Marulla

Condividi:

COSENZA – E’ Roberto Goretti il nuovo direttore sportivo del Cosenza Calcio. L’ufficialità tanto attesa da parte della società rossoblù è finalmente arrivata.

Dopo aver riflettuto per più di due mesi, dunque, il presidente Guarascio ha sciolto ogni dubbio, avviando di fatto la nuova stagione 2021-2022.

Roberto Goretti è nato a Perugia il 28 maggio del 1976 e da calciatore è stato un validissimo centrocampista vestendo le maglie dello stesso Perugia e poi di Napoli, Bari, Arezzo, Reggiana, Bologna, Como e Foggia. Al suo attivo anche 9 presenze e 2 reti nella nazionale Under 21.

Da dirigente (prima responsabile del settore giovanile, poi dell’area tecnica e infine direttore sportivo) ha legato il suo nome indissolubilmente alla squadra della sua città dal 2012 al 2020, ottenendo una vittoria del campionato di Prima Divisione (2013-2014), della Supercoppa di Prima Divisione (2014) e portando i grifoni per ben quattro volte ai play off di Serie B. L’anno scorso il divorzio dopo la retrocessione in Serie C, arrivata in seguito ai play out persi contro il Pescara.

Goretti, dunque, è senz’altro uno dei migliori profili presenti attualmente sul mercato dei direttori sportivi. Praticità e lavoro sul campo le sue peculiarità. E soprattutto osservazione diretta dei calciatori, soprattutto quelli giovani da valorizzare. E su questo punto Goretti nella sua carriera da dirigente può annoverare diverse soddisfazioni, visto che è stato il dirigente che ha portato agli onori delle cronache calcistiche gli azzurri Spinazzola e Gianluca Mancini, ma anche Roberto Insigne e Sprocati, Goldaniga, Faraoni, Verre e Provedel. Insomma, c’è anche quella del talent scout tra le caratteristiche che lo contraddistinguono nel suo lavoro.

Adesso dovrà letteralmente ricostruire il Cosenza, nella speranza che dal Coni, lunedì, arrivino buone notizie per la riammissione in Serie B.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA