X
<
>

Il sindaco Mario Occhiuto

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – Il Tar del Lazio ha respinto “l’istanza cautelare monocratica” del Chievo (LEGGI) per l’annullamento dell’efficacia della decisione del Collegio di garanzia dello sport aprendo, di fatto, le porte della Serie B al Cosenza.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, ricucendo, di fatto, lo strappo con la società sportiva guidata dal presidente Eugenio Guarascio dopo la retrocessione sul campo.

«Dobbiamo recuperare il tempo perduto in questi giorni di attesa – ha detto Occhiuto – e sono certo che il Cosenza calcio e la sua dirigenza sapranno fare i movimenti di mercato giusti per costruire un organico che sia in grado di regalare molte soddisfazioni agli irriducibili tifosi rossoblù che hanno trepidato in questi giorni per le sorti della nostra squadra di calcio confidando, insieme alla città tutta, nella positiva conclusione di una vicenda che ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Ora – ha concluso il sindaco – guardiamo avanti con fiducia e prepariamoci ad affrontare il campionato di serie B nel migliore dei modi».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA