Salta al contenuto principale

Cinque giorni di tarantella
Torna il festival a Caulonia

Calabria

Tempo di lettura: 
4 minuti 19 secondi
CAULONIA- La direzione artistica del KTF (Kaulonia Tarantella Festival) ha annunciato il cartellone della XV^ edizione, che avrà inizio domani e proseguirà sino al 31 agosto,  e che richiamerà nel borgo antico del “paese che balla” migliaia di aficionados di musica etno-popolare e tarantella. 
Le tematiche dell’edizione 2013 del festival, vanno dal “Sud” alla “notte delle due Sicilie” a “Caulonia incontra il mondo”. 
Predominante la presenza maschile, mentre per le donne Pietra Montecorvino e Antonella Ruggiero, in particolare. Sarà proprio la fantastica voce di Mathia (già Mathia Bazar) a chiudere la manifestazione, quale special-guest del concerto finale del direttore artistico della kermesse, Mimmo Cavallaro. Con loro Cosimo Papandrea e i TaranProject. Spicca in tale contesto la presenza della cantante genovese, considerata una delle voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano. Sarà una riscoperta in chiava etno-popolare, come avvenuto con Ornella Vanoni.
Quello di Pietra Montecorvino invece sarà un ritorno per duettare con un’altra scommessa di Bennato in chiave etno, Raiz (la voce degli Almamegretta). Le due voci napoletane per dare vita ad uno dei concerti più significativi - “Let’s go to America” - di Eugenio Bennato, vero guru della musica del Sud. 
Altro ritorno, Ambrogio Sparagna, accompagnato dall’Orchestra Popolare Italiana. Insieme daranno voce alla “notte delle Due Sicilie”. 
Concerto che sarà preceduto dalla “Reunion” degli Agricantus. 
Ad aprire la cinque serate sarà una delle band più amate dai giovani. Dopo diversi tentativi andati a vuoto, arriveranno al Ktf i Sud Sound System & Bag a Riddim Band. Quindi, per il quarto appuntamento, “spacca Napoli”, per fare esplodere Piazza Mese. La musica di James Senese & Napoli Centrale precederà l’appuntamento con le musiche del Meditrerraneo, moresca, spagnola, greca, libanese ed italiana negli arrangiamenti e mirabili esecuzione del violinista d’origine magrebina Jamal Ouasseni e dell’Orchestra del Mediterraneo.
Come per le edizioni precedenti, ogni concerto sarà preceduto dalle performance di gruppi emergenti del panorama musicale calabrese, quali: Ferrovie Calabro-Lucane, Marasà, Tamburi del Sud, Scarma. Altresì, Bashkim e Giuliano Gabriele Ensemble.
Inoltre, corsi gratutiti di ballo tradizionale, Tarantella, Organetto, Chitarra Battente, Zampogna e Lira Calabrese. Ed ancora: seminari & Showcase con M. Giuliana De Donno (Arpa Popolare); Goffredo Plastino (il revival della lira calabrese); Mimmo Cavallaro in anteprima Sacro et Profano. Quindi, la musica come veicolo di sviluppo e crescita culturale e turistica: PugliaSound-Calabriasona.

CAULONIA - La direzione artistica del KTF (Kaulonia Tarantella Festival) ha annunciato il cartellone della XV edizione, che avrà inizio domani e proseguirà sino al 31 agosto,  e che richiamerà nel borgo antico del “paese che balla” migliaia di aficionados di musica etno-popolare e tarantella. Le tematiche dell’edizione 2013 del festival, vanno dal “Sud” alla “notte delle due Sicilie” a “Caulonia incontra il mondo”. Predominante la presenza maschile, mentre per le donne Pietra Montecorvino e Antonella Ruggiero, in particolare. Sarà proprio la fantastica voce di Mathia (già Mathia Bazar) a chiudere la manifestazione, quale special-guest del concerto finale del direttore artistico della kermesse, Mimmo Cavallaro. Con loro Cosimo Papandrea e i TaranProject. Spicca in tale contesto la presenza della cantante genovese, considerata una delle voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano. Sarà una riscoperta in chiava etno-popolare, come avvenuto con Ornella Vanoni.
Quello di Pietra Montecorvino invece sarà un ritorno per duettare con un’altra scommessa di Bennato in chiave etno, Raiz (la voce degli Almamegretta). Le due voci napoletane per dare vita ad uno dei concerti più significativi - “Let’s go to America” - di Eugenio Bennato, vero guru della musica del Sud. Altro ritorno, Ambrogio Sparagna, accompagnato dall’Orchestra Popolare Italiana. Insieme daranno voce alla “notte delle Due Sicilie”. Concerto che sarà preceduto dalla “Reunion” degli Agricantus. Ad aprire la cinque serate sarà una delle band più amate dai giovani. Dopo diversi tentativi andati a vuoto, arriveranno al Ktf i Sud Sound System & Bag a Riddim Band. Quindi, per il quarto appuntamento, “spacca Napoli”, per fare esplodere Piazza Mese. La musica di James Senese & Napoli Centrale precederà l’appuntamento con le musiche del Meditrerraneo, moresca, spagnola, greca, libanese ed italiana negli arrangiamenti e mirabili esecuzione del violinista d’origine magrebina Jamal Ouasseni e dell’Orchestra del Mediterraneo.
Come per le edizioni precedenti, ogni concerto sarà preceduto dalle performance di gruppi emergenti del panorama musicale calabrese, quali: Ferrovie Calabro-Lucane, Marasà, Tamburi del Sud, Scarma. Altresì, Bashkim e Giuliano Gabriele Ensemble.
Inoltre, corsi gratutiti di ballo tradizionale, Tarantella, Organetto, Chitarra Battente, Zampogna e Lira Calabrese. Ed ancora: seminari & Showcase con M. Giuliana De Donno (Arpa Popolare); Goffredo Plastino (il revival della lira calabrese); Mimmo Cavallaro in anteprima Sacro et Profano. Quindi, la musica come veicolo di sviluppo e crescita culturale e turistica: PugliaSound-Calabriasona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?