Salta al contenuto principale

Cosenza, usavano un terreno comunale
come deposito di refurtiva: arrestati

Calabria

Chiudi

Una pattuglia della polizia

Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

 

COSENZA - Blitz della polizia a Cosenza, nel quartiere San Vito. Sette i soggetti destinatari di misure cautelari, responsabili di furto e ricettazione di rame, minacce aggravate e lesioni a pubblico ufficiale. Secondo le indagini della Squadra Mobile, le persone coinvolte nell'operazione utilizzavano un'area comunale come deposito della refurtiva. Il terreno è stato ora sequestrato. 

Gli indagati, durante alcuni servizi effettuati dalla Polizia per la repressione di reati contro il patrimonio, in particolare per contrastare il furto di rame, hanno reagito con forza per impedire i controlli. In carcere è finito Luigi Mario, 52 anni. Arresti domiciliari per Antonio Abruzzese, 30 anni. Obbligo di dimora per A.F., 51 anni, e obbligo di presentazione giornaliera alla polizia per M.G., 46 anni, M.S., 50 anni, e M.M., 29 anni. Per un ventiquattrenne, M.A., obbligo di presentazione alla Polizia solo tre giorni alla settimana.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?