Salta al contenuto principale

In stato confusionale sull'autostrada
Tenta il suicidio davanti alla polizia

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

COSENZA - Un momento di follia o di grande disperazione. Chissà cosa è passato per la testa ieri mattina ad un cosentino di 42 anni. L’uomo di buon mattino girava in autostrada in evidente stato confusionale fra gli svincoli di Tarsia e Rogliano. 

M. V., queste le sue iniziali, aveva l’evidente intenzione di suicidarsi per chissà quali motivi o problemi. Altri automobilisti sono riusciti a notarlo perchè l’uomo camminava praticamente sui cerchioni delle ruote dopo aver bucato le gomme. Incurante di ciò ha continuato a viaggiare per chilometri a bordo della sua auto attirando, a questo punto diciamo per fortuna, l’attenzione degli altri automobilisti. 

Qualcuno ha deciso di chiamare le forse dell’ordine e sul posto è intervenuta una pattuglia della Stradale composta dagli agenti Altomare Francesco, De Rose Fabio, Carlomagno Francesco e Lazzinnaro. Dopo pochi minuti L’uomo veniva raggiunto nei pressi di Tarsia e fermato dagli agenti. 

A quel punto M. V. è andato ancora di più in escandescenze. Preso un coltello ha provato a tagliarsi le vene davanti agli agenti. Questi con grande freddezza sono riusciti ad immobilizzarlo e a levargli il coltello impedendo che si facesse del male. Subito dopo è stato trasportato all’ospedale civile dell’Annunziata per i dovuti accertamenti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?