Salta al contenuto principale

Droga ceduta in cambio di un debito
Cinque arresti a Reggio Calabria

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

REGGIO CALABRIA - Cinque persone sono state arrestate dai carabinieri di Reggio Calabria. Per tentata estorsione sono stati arrestati Antonino Pesce, di 23 anni, ed
Antonino Consiglio (29). Per spaccio di droga è finito in carcere Domenico Sellaro (37), mentre sono stati posti ai domiciliari Alessandro Altomare (36) ed Antonio Brusco (40). Gli arresti sono stati eseguiti in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, che ha accolto la richiesta della Dda reggina. 

 I cinque arresti eseguiti dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria sono la prosecuzione dell’inchiesta chiamata "Vittorio Veneto" che, nel giugno dell’anno scorso, portò all’esecuzione di otto fermi nei confronti dei componenti di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga e armi.

Nel corso dell’operazione eseguita stamane, chiamata «Bread Express», i carabinieri hanno scoperto diversi episodi di spaccio di droga. In particolare, sostengono gli investigatori, nella zona del cosentino, un commerciante di auto, Antonio Brusco, era ritenuto un punto di riferimento per lo smercio di droga.

Una delle persone coinvolte nell’inchiesta, Domenico Sellaro, titolare di un panificio, è accusata, in particolare, di avere ceduto una partita di droga per estinguere un debito. I carabinieri hanno scoperto anche un tentativo di estorsione attuato da Antonino Pesce e Antonino Consiglio ai danni dello stesso Domenico Sellaro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?