Salta al contenuto principale

Sicurezza, bilancio del questore
Più controlli e meno reati a Crotone

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

CROTONE - Il questore di Crotone, Luigi Botte, ha tracciato stamane un bilancio delle attività della polizia di stato svolte nel corso del 2014. Il Questore ha incontrato i giornalisti in occasione dei tradizionali auguri di Natale. 

Durante l’incontro ha ringraziato tutti i suoi collaboratori, esprimendo la propria soddisfazione per i risultati conseguiti che ha portato ad un calo dei reati. Nel corso del 2014, nella provincia di Crotone, l’andamento della delittuosità, rispetto al periodo 1 gennaio/31 dicembre 2103, ha subito una sensibile riduzione per quasi tutti i reati. Ad eccezione di tre omicidi volontari verificatisi nel corso dell’anno, contro nessuno avvenuto nell’anno precedente, si rileva un calo sensibile sia dei reati contro la persona:
lesioni dolose (- 19,10%), percosse (- 45,24%); minacce (-16,92%); che dei reati contro il patrimonio: furti (- 7,81%); ricettazione (-10,34%); rapine (- 25,10%); estorsioni (-14,29%).

«Uno dei fattori - è stato evidenziato nel corso dell’incontro - che ha inciso sulla riduzione della delittuosità va ricercato nello sforzo congiunto delle forze dell’ordine presenti nel territorio, che nel corso dell’anno hanno incrementato le attività di contrasto al crimine sia con una massiccia attività di repressione che di prevenzione».

In particolare, per quanto riguardo la Polizia di Stato, di rilevante importanza si è rilevata la strategia privilegiata dal Questore Luigi Botte nei servizi di controllo del territorio, che si sono basati essenzialmente su due elementi: il tavolo tecnico permanente in Questura e l’apporto dei Reparti Prevenzione Crimine. Il primo ha consentito di pianificare le attività consentendo una costante circolarità delle informazioni. L’apporto dei Reparti Prevenzione ha consentito di attuare servizi di prevenzione strutturati ed analitici. In tale maniera sono state realizzate attività operative che hanno permesso di controllare il territorio attraverso un modello connotato dalla visibilità e capillarità.

Lusinghieri - secondo il questore - sono stati anche i risultati raggiunti nella gestione dei numerosi eventi riguardanti l’ordine e la sicurezza pubblica, i cui servizi sono
stati connotati «dalla continua ricerca - ha detto Botte - di un continuo dialogo e collaborazione con le parti sociali interessate, a vario titolo, alle manifestazioni».

L’incontro con i giornalisti si è poi concluso con un invito del questore a tutti i cittadini a chiamare il numero di emergenza per qualsiasi esigenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?