Salta al contenuto principale

Freddo e vento per il nuovo anno: -6 gradi in Sila
Cosenza, sfida al gelo per il concerto di De Gregori

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 17 secondi

CATANZARO - Freddo intenso, nevicate e forti raffiche di vento. E' così che la Calabria ha accolto il 2015. L'inizio del nuovo anno, infatti, si è caratterizzato per la forte ondata di maltempo che da alcuni giorni non sta risparmiando la nostra regione. Bilancio sostanzialmente non grave per i festeggiamenti, con 12 feriti in Calabria a causa dei botti (LEGGI).

Rispetto alle ultime ore del 2014, il nuovo anno ha segnato un lieve aumento delle temperature, ma ha portato con sé venti a tratti molto forti che hanno anche creato disagi e che hanno superato abbondamentemente anche i 70 chilometri orari. Le raffiche hanno spazzato via le nuvole, bloccando in molte zone le nevicate. Il termometro è risalito in diverse aree di un paio di gradi, staccandosi dallo zero, mentre nelle zone montane la media è stata di circa -6 gradi con violente bufere di neve.

A Lorica c'è circa mezzo metro di neve e il termometro segna - 6 gradi, qualche grado in meno dei - 9 registrati ieri. Analoga situazione a Camigliatello (-5). Colonnina di mercurio abbondantemente sotto lo zero anche a Gambarie (-4) e sul Pollino con tetti imbiancati ad Alessandria del Carretto.

Proprio il gelo ha creato non pochi problemi alla circolazione, con strade ghiacciate in molte aree dell'entroterra dove si è dovuto procedere con cautela oltre che con gomme da neve o catene. Il vento forte, invece, ha creato qualche problema per via di alberi sradicati e insegne danneggiate, ma non sono state segnalate particolari criticità.

I FESTEGGIAMENTI - Il meteo alla fine grazia Cosenza che può salutare il 2015 con la poesia del principe Francesco De Gregori. Temperature rigide e un po' di nevischio non hanno scoraggiato i cosentini che a partire dall'1 si sono riversati su corso Mazzini e piazza dei Bruzi per il concerto del cantautore. 

VIDEO: IL CONCERTO DI DE GREGORI

De Gregori è andato avanti per oltre due ore, ripercorrendo il suo repertorio completamente riarrangiato e rivisto nell'ultimo cd "Vivavoce", già disco d'oro. In migliaia hanno cantato con lui Generale e la Donna cannone. Chiusura con un omaggio a Elvis e la sua I Cant Help Falling In Love With You.

GUARDA LE FOTO DELLA FESTA A COSENZA

Dalle 2, invece, in pieno centro, nella nuovissima piazza Santa Teresa,ci si è scatenati con il dj set di Mike Joyce, batterista dei The Smiths. I più agguerriti, nel dietro le quinte, un nutrito gruppo di storici fan.

Non sono mancati anche quanti, approfittando delle nevicate degli ultimi giorni, hanno scelto di trascorrere il Capodanno in montagna, tra la neve. Per tutti gli altri, invece, spazio aai cenoni tradizionali, prevalentemente a casa, riunendo amici e parenti e lasciandosi andare tra i piatti della tradizione calabrese. 

FIOCCO ROSA - E’ una bimba crotonese, Rosy A., la prima nata del 2015 in Calabria. La neonata, che gode di ottima salute e pesa tre chili e 200 grammi, è venuta alla luce alle 2.44 nell’ospedale di Crotone. Secondo nato è Tomas, bimbo nato nell'ospedale di Lamezia Terme; pesa 3,3 chilogrammi. Alle 9.45, nel reparto Ostetricia e ginecologia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria è nata Ginevra, che pesa tre chili e 670 grammi.

Diverse donne in sala travaglio ma nessun nuovo nato, nella notte, negli ospedali Pugliese di Catanzaro e Annunziata di Cosenza.

TUFFI GELIDI - Si è ripetuto anche per il Capodanno 2015 in Calabria il rito di buon augurio del tuffo collettivo in mare. In tanti hanno sfidato le temperature rigide
per immergersi tra le onde a Catanzaro, Crotone, Tropea e Reggio Calabria. A confortare i non pochi temerari solo un pallido sole. 

Nel capoluogo in cinquanta, a causa del mare mosso, hanno dovuto ripiegare sulle acque del porto mentre a Reggio, rispettato l’appuntamento che va avanti dal 1972 con il tuffo davanti al Lido comunale.

(Ha collaborato Maria Francesca Fortunato)

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?