Salta al contenuto principale

Maxi evasione fiscale nel Crotonese, la Finanza
denuncia imprenditore e sequestra 2,7 milioni di beni

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

 

CROTONE - Cinque fabbricati (un capannone industriale e quattro appartamenti) tra Roma, Crotone e Isola di Capo Rizzuto, e un terreno in provincia di Varese sono stati sequestrati dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Crotone nei confronti del rappresentante legale di una società di capitali, indagato per il reato di omessa dichiarazione. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Crotone, si basa su una verifica fiscale condotta dalle Fiamme gialle nel 2014. 

L’attività ha portato alla luce una consistente evasione fiscale poiché l’azienda non ha ottemperato a tutti gli obblighi in materia di dichiarazione per tutte le annualità comprese tra il 2008 e il 2012, pur avendo conseguito ricavi per otto milioni di euro per compravendite immobiliari. Il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, ha aggredito il patrimonio personale dell’indagato per oltre 2,7 milioni di euro.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?