Salta al contenuto principale

La primavera tarderà ad arrivare e la Calabria
fa i conti con il forte vento: danni nel Cosentino

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo

CATANZARO - La primavera non arriverà presto al sud. Sono queste le previsioni per i prossimi giorni di marzo, secondo le quali la Calabria dovrà ancora fare i conti con la pioggia, il freddo e anche la neve in montagna. 

VENTO IN AUTOSTRADA - Sulla Calabria, d'altronde, si registra un clima perturbato, caratterizzato soprattutto dal forte vento che sta creando non pochi disagi. L'Anas ha dovuto chiudere, venerdì sera, la circolazione stradale nel tratto cosentino dell'autostrada a causa dle forte vento che aveva abbattuto alcuni alberi. La circolazione è tornata regolare solo nella mattinata di oggi in direzione nord da Sibari a Campotenese e in direzione sud da Campotenese a Frascineto. Permane il divieto di transito ai mezzi telonati, furgoni e caravan.

TETTI DIVELTI E FIUME ESONDATO - A Cassano, invece, le forti folate di vento disarcionano una copertura metallica che va ad appoggiarsi, per un quarto, sul tetto dell’abitazione di fronte, e gli altri tre quarti coprono la parete del palazzo. E’ accaduto ieri sera in via Mazzini, nel pieno centro storico di Cassano. Sul posto sono intervenuti i vigili del Fuoco di Castrovillari ,che stanno monitorando la situazione, e gli uomini della protezione civile. Il forte vento era iniziato a spirare dal pomeriggio ed è proseguito fino a questa mattina. Altre coperture di coibentato hanno avuto seri danni. Un forte vento che è stato accompagnato anche da una pioggia battente che ha provocato anche ingenti. Il fiume Eiano è esondato in diversi punti allagando alcuni terreni, grossi danni anche sulla rete stradale comunale, soprattutto su quella interpoderale. 

LE PREVISIONI - Il Dipartimento nazionale della Protezione civile ha lanciato un nuovo stato di allerta. L’avviso prevede, dalla serata di oggi, sabato 7 marzo, il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Calabria e Sicilia, specienelle zone orientali. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, è stata valutata per domani criticità arancione per rischio idraulico diffuso sul bacino del Basso Fortore in Puglia, per rischio idrogeologico localizzato sulla Calabria meridionale e ionica oltre che sulla Sicilia centro-orientale. La criticità gialla è prevista su Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia centro-meridionale e le restanti aree di Calabria e Sicilia.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?