Salta al contenuto principale

Sarà una Pasqua con tempo capriccioso ma i calabresi
potranno godere dei musei aperti durante le feste

Calabria

Tempo di lettura: 
4 minuti 28 secondi

CATANZARO - Tempo "capriccioso" a Pasqua e sole prevalente a Pasquetta, con il tradizionale pic-nic che sarà complessivamente "salvo". E temperature in calo di ben 6-8 gradi, che si riporteranno così sui valori medi stagionali. Queste le previsioni per le prossime festività dei meteorologi che però sottolineano come ci sia un margine di incertezza più elevato del solito, tanto da parlare di "prognosi ancora incerta" a livello meteorologico.

MUSEI APERTI - E in questo contesto, tra le mete dei calabresi scatta anche l'ipotesi di una visita dei musei, vista la decisione di lasciarli aperti. In particolare, il Museo archeologico nazionale di Reggio che ospita i Bronzi di Riace, l’Archeologico di Sibari e il sito di Monasterace, così come Palazzo Arnone, a Cosenza, sono alcune delle strutture ministeriali che rimarranno aperte al pubblico, in Calabria, in occasione delle festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo.

Domenica 5 aprile, il giorno di Pasqua, inoltre gli ingressi saranno gratuiti in concomitanza con l’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali denominata #DomenicalMuseo che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche nella prima domenica del mese. Lunedì 6 aprile, l’apertura straordinaria dei musei rispetterà il normale piano tariffario. L’elenco completo dei siti aperti in Calabria durante le festività pasquali si può consultare il sito www.beniculturali.it.

TEMPO INSTABILE - Tornando alle previsioni per il lungo ponte di Pasqua, il meteorologo di "3bmeteo.com" Edoardo Ferrara, spiega che per i prossimi giorni l'Italia «rimarrà terra di confine tra l’alta pressione e le correnti fredde in discesa dal Nord Europa. Secondo le ultime elaborazioni nel weekend dovrebbero prevalere quest’ultime, che renderanno il tempo piuttosto capriccioso». 

Nello specifico per la giornata di Sabato Santo, sottolinea il meteorologo, «prevediamo un peggioramento al Centronord con piogge e rovesci sparsi. Meno coinvolto il Nordovest con fenomeni sporadici, mentre al Sud tutto sommato il tempo si manterrà discreto con nubi irregolari di passaggio ma in prevalenza asciutto; farà eccezione la Campania dove potrebbe arrivare qualche pioggia entro fine giornata».

Diversa la situazione a Pasqua, quando «invece il tempo dovrebbe mostrarsi instabile soprattutto al Centrosud - prosegue l'esperto - con fenomeni sparsi localmente anche a sfondo temporalesco; ai margini l’area jonica, la Calabria e la Sicilia con precipitazioni al più sporadiche e prevalenza di schiarite. Migliora al Nord nel pomeriggio pur con isolati piovaschi ancora possibili ma prevalenza di schiarite. Buone notizie invece per Pasquetta, con sole prevalente su gran parte d’Italia salvo qualche nota instabile al Sud, in particolare sull'Appennino, e residui fenomeni al mattino sulle adriatiche».

«Le temperature saranno in calo anche sensibile - aggiunge Ferrara - e questo punto sembra ormai assodato. L’ingresso di aria più fredda da Nord produrrà infatti una flessione anche di oltre 6-8 gradi rispetto ai valori termici registrati in questi giorni, specie al Centronord. Non arriva il gelo, beninteso, ma abituati a temperature spesso sopra la media in questi giorni, avvertiremo in modo sensibile questa diminuzione; sulle Alpi comunque il clima si farà quasi invernale, specie nelle ore notturne quando si potranno avere gelate anche a quote basse, mentre sull'Appennino potrà tornare a nevicare fin sotto i 1000-1200 metri». 

INTENSIFICATI CONTROLLI POLSTRADA - Nei giorni di Pasqua e nel prossimo 'pontè del 25 aprile e primo maggio con l’intensificarsi del traffico su strade e autostrade la Polizia stradale impegnerà uomini e mezzi per garantire le condizioni di sicurezza e fluidità della circolazione sulle principali vie di comunicazione del territorio nazionale. 

Saranno attivati dispositivi di prevenzione e contrasto dei comportamenti di guida pericolosi e per l’assistenza delle persone in viaggio, evidenzia la Polstrada, specie in caso di criticità e disagi. Dal 2 al 7 aprile e dal 23 aprile al 4 maggio la Polstrada schiererà giornalmente: 1.250 operatori presso sale operative e servizi di giornata; 3.300 operatori di pattuglia su strada; 1.400 pattuglie in auto; 100 pattuglie in moto; 150 pattuglie in abiti borghesi, prevalentemente per il controllo delle aree di servizio autostradali. 

Saranno inoltre attivi 322 portali "Tutor" per il controllo della velocità media lungo 3.000 km di autostrade; 18 portali "Vergilius" per controllo della velocità media lungo le strade statali e 42 per analogo controllo lungo la A/3 Salerno - Reggio Calabria; 400 misuratori di velocità in postazione mobile; 100 autovetture con sistemi di bordo per il
controllo della velocità dei veicoli in transito; 54 autovetture dotate di "Scoutnav" per la trasmissione immagini; 800 etilometri e 2.000 precursori per il controllo dei conducenti.

Saranno anche intensificati i controlli lungo gli itinerari verso i luoghi di ritrovo di giovani, nelle ore notturne con etilometri e precursori, per il contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?