Salta al contenuto principale

Armi da guerra in una masseria del Reggino
Arrestato un uomo, aveva anche un Kalashnikov

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

REGGIO CALABRIA - Nascondeva in una masseria nella sua disponibilità armi da guerra e clandestine tra le quali un kalashnikov, un fucile d’assalto di produzione russa AK 47 e numerose munizioni. 

Salvatore Fazzari, di 33 anni, con precedenti, è stato arrestato in flagranza, a Candidoni, nel Reggino, con l’accusa di detenzione di armi e munizioni e ricettazione.

Nel corso di una perquisizione nella masseria, coordinata dalla Compagnia carabinieri di Gioia Tauro, e alla quale hanno partecipato i militari della Tenenza di Rosarno, dello Squadrone eliportato Cacciatori e nucleo Cinofilo di Vibo, hanno trovato le armi all’interno di un tubo in plastica arancione, con i tappi chiusi ermeticamente e siliconati.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?