Salta al contenuto principale

Cosenza, scoperti oltre 800 falsi braccianti agricoli
Truffa all'Inps e all'erario da quasi tre milioni di euro

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

CASSANO ALL IONIO - Ennesima maxi truffa all'Inps scoperta dalla Guardia di Finanza di Corigliano che ha portato ad un danno da un milione di euro e alla denuncia di 800 falsi braccianti agricoli nella zona di Sibari. 

LEGGI DELLA SCOPERTA DEI FALSI BRACCIANTI DELLA LOCRIDE

I finanzieri hanno scoperto gli imprenditori che, attraverso false dichiarazioni, attestavano il possesso di terreni agricoli e consentivano ai falsi braccianti di percepire illegalmente le indennità di disoccupazione e malattia. Scoperta anche un’evasione fiscale da un milione di euro. 

LEGGI DEI 400 DENUNCIATI PER TRUFFA A COSENZA

Secondo i finanzieri gli imprenditori agricoli utilizzava anche false fatture e documenti non veritieri in modo da rappresentare una realtà contabile diversa da quella reale con il duplice obiettivo di evadere il fisco e ottenere una indebita percezione di finanziamenti pubblici. 

Complessivamente le giornate agricole falsamente dichiarate sono risultate ben 50 mila mentre la disoccupazione agricola e la malattia che in questo modo è stata fatta pagare dall'Inps, come detto, è stata pari a 1 milione di euro, 800 mila euro, poi, sono stati evasi ai fini dell'Iva e circa un milione di euro di redditi sono stati letteralmente nascosti al fisco. Tutte le informazioni del caso sono state, inoltre, trasmesse alla procura della Corte dei conti per il danno erariale e l'ingiusto profitto goduto dai falsi braccianti agricoli

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?