X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – La Polizia di Stato ha sequestrato oltre 550 chili di fuochi d’artificio illegali nella provincia di Reggio Calabria. In particolare, i poliziotti dei Commissariati di Taurianova e Cittanova hanno rinvenuto e sequestrato, nell’abitazione di un 35enne di Molochio con precedenti in materia di detenzione di materiale esplodente, numeroso materiale pirotecnico, parte del quale di fattura artigianale ad alto potenziale di rischio. L’intervento degli operatori della Polizia di Stato ha permesso di scongiurare il serio pericolo per l’incolumità pubblica considerato che il materiale era custodito, in maniera del tutto precaria, nel piano interrato di uno stabile di edilizia popolare. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Palmi.
Altro significativo sequestro è stato eseguito dagli agenti del Commissariato di Villa San Giovanni che, insieme ai colleghi della Squadra mobile di Reggio Calabria, ha arrestato Massimo Crea, imprenditore quarantenne del luogo, trovato in possesso di oltre 500 chili di artifici pirotecnici. Il materiale era custodito all’interno dell’abitazione dell’uomo, in pieno centro cittadino. Ancora: è stato denunciato in stato di libertà D.M.A., 44 anni, trovato in possesso di oltre 50 chili di artifici pirotecnici vietati, senza essere in possesso di alcuna autorizzazione alla detenzione o alla vendita.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA