Salta al contenuto principale

Donna uccisa nel Cosentino mentre faceva jogging
Convalidato il fermo del cognato che resta in carcere

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

CETRARO - Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Paola ha convalidato il fermo di Paolo Di Profio, il cognato di Anna Giordanelli, fermato a Cetraro con l'accusa di aver ucciso la donna mentre quest'ultima stava facendo jogging.

Il magistrato ha ritenuto, quindi, corretto l'operato della Procura della Repubblica di Paola guidata dal procuratore Bruno Giordano, e dei carabinieri che hanno proceduto al fermo dell'uomo dopo averlo lungamente interrogato e aver appurato la dinamica dell'accaduto (LEGGI LA NOTIZIA), ed ha, altresì, disposto la misura della custodia cautelare in carcere per l'uomo.

APRI IL FASCICOLO DINAMICO CON GLI AGGIORNAMENTI
SULL'OMICIDIO DI ANNA GIORDANELLI

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti anche sulla base di dichiarazioni rilasciate spontaneamente dallo stesso indagato (che poi in presenza del suo avvocato si è avvalso della facoltà di non rispondere), l'omicidio sarebbe avvenuto per dei dissidi di natura familiare. La donna, infatti, sarebbe stata ritenuta dall'uomo responsabile del divorzio tra questi e la sorella della vittima.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?