Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, chiesto l'ergastolo per Presta
per la guerra tra le cosche del Cosentino

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

COSENZA - Ergastolo. Questa la richiesta avanzata dal sostituto procuratore e pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, per il presunto boss della 'ndrangheta cosentina Franco Presta (LEGGI LA NOTIZIA DEL SUO ARRESTO).

La richiesta è stata avanzata ai giudici della Corte d'assise di Cosenza nel corso della requisitoria nel processo "Terminator IV" sulla guerra tra cosche negli anni novanta nel cosentino. Il Pubblico ministero ha chiesto anche la condanna a nove anni e sei mesi per i collaboratori di giustizia Vincenzo Dedato e Francesco Amodio, imputati nel processo assieme a Franco Presta. Nel corso della requisitoria il pubblico ministero ha ripercorso lo scontro tra le cosche della 'ndrangheta cosentina avvenuto negli anni novanta. L'accusa ha ricostruito anche gli omicidi di Antonio Sena, Antonio Sassone, Vittorio Marchio ed Enzo Pelazza. Al termine della requisitoria il processo è stato rinviato a giovedì per le arringhe difensive.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?