Salta al contenuto principale

Carne avariata e scaduta sequestrata nel Catanzarese
Il Nas scopre 5.000 chili nella cella di un ingrosso

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

CATANZARO - Cinquemila chilogrammi di carne di vario genere sono stati sequestrati nel corso di un’operazione dei carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Catanzaro in un ingrosso del Soveratese.

L’operazione, portata a termine insieme ai militari dell’Arma della Compagnia di Soverato, ha permesso di scoprire carne scaduta, in cattivo stato di conservazione, congelata in stato di alterazione o senza i riferimenti obbligatori sulla provenienza. Il tutto era conservato in una cella frigorifero dell’azienda, senza il rispetto della normativa vigente e con gravi rischi per la salute dei consumatori qualora fosse finita sul mercato e sulle tavole.

I carabinieri del Nas, guidati dal luogotenente Leotta, hanno denunciato l’amministratore della società per i reati penali relativi alla gestione della carne avariata. Sul posto sono intervenuti anche i veterinari dell’Azienda sanitaria provinciale che hanno evidenziato le condizioni della carne che, dopo gli accertamenti necessari, sarà distrutta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?