Salta al contenuto principale

Protesta in tenda a favore dei rifugiati
Sit in davanti la Prefettura di Cosenza

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

di DAVIDE SCAGLIONE

COSENZA - Due tende montate davanti la Prefettura di Cosenza e uno striscione inequivocabile con su scritto “Refugees welcome…ara stazione”.

Una protesta simbolica, organizzata dal comitato Prendocasa Cosenza, per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sulle condizioni di numerosi richiedenti asilo di nazionalità afghana e pakistana.

Dopo un’autentica odissea,“rimpallati” da uno stato europeo all’altro, i rifugiati hanno infatti raggiunto il capoluogo bruzio dove vivono alla meno peggio. In queste notti invernali fanno la spola tra l’Oasi Francescana e rifugi di fortuna come le zone limitrofe alla stazione ferroviaria e l’autostazione cittadina dei pullman.

Alla protesta erano presenti una decina di giovani rifugiati con un’età media inferiore ai 30 anni. Hanno deciso di fuggire dai rispettivi paesi per motivi religiosi e politici, inseguendo il sogno di una vita migliore in Europa. Ma le loro aspettative, finora, sono state decisamente disattese.

«Chiediamo - hanno detto gli attivisti di Prendocasa - che le istituzioni si facciano carico di questa emergenza e garantiscano ai richiedenti asilo una sistemazione adeguata e dignitosa».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?