Salta al contenuto principale

Crepe sui muri dell'ospedale di Vibo, ridotti
i posti letto in due reparti: pazienti trasferiti

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

di GIANLUCA PRESTIA

VIBO VALENTIA - «Stiamo effettuando qualche controllo, con i vigili del fuoco che stanno valutando il da farsi». Parole del direttore sanitario dell'Asp, Michelangelo Miceli. Nell'area B dell'ospedale “Jazzolino” che comprende i reparti di ortopedia, Sit, Pediatria e Neurologia dalle pareti e dai muri sono emerse delle lesioni al vaglio dei tecnici guidati dal comandante provinciale, Giuseppe Bennardo.

Il sopralluogo è stato effettuato nel pomeriggio di ieri ed è andato avanti fino alle 19 circa, dopo di che si è svolta nei locali della direzione aziendale una riunione dell’unità di crisi con le prime risultanze che sono state messe sul tavolo del direttore generale Angela Caligiuri quando è stata adottata la decisione a titolo precauzionale presa dopo l'allarmato resoconto del personale del 115: per un'intera ala della struttura, che comprende i quattro reparti, è stata disposta la riduzione dei posti letto, al momento, in due soltanto e il trasferimento dei pazienti in altre aree della struttura.

È stato lo stesso manager, che questa mattina ha effettuato una ricognizione nei locali, a firmare l'ordinanza attraverso la quale, di fatto, si rende inaccessibile l'accesso e si dispone, contestualmente il trasferimento. I vigili del fuoco sarebbero stati più che categorici nell'illustrare la situazione in atto nell'Area B: le parti a rischio vanno evacuate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?