Salta al contenuto principale

Pena definitiva per ex presidente della Field
Prese 500mila euro da ente, 4 anni a Barile

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

DIVENTA definitiva la condanna a 4 anni per l’ex presidente della Fondazione Field, società in house della Regione Calabria, Domenico Barile, ritenuto responsabile del reato di peculato per un ammanco di 500mila euro. Lo ha deciso la Corte di Cassazione.

Mimmo Barile aveva deciso di patteggiare la pena. Barile era stato arrestato e posto ai domiciliari nell’ottobre del 2013. L'inchiesta era stata avviata dopo la denuncia del revisore dei conti che aveva scoperto l’ammanco e lo aveva denunciato alla Procura della Repubblica, informando anche la Giunta regionale che aveva provveduto a sospendere Barile.

SCOPRI IL DOSSIER DINAMICO CON TUTTI GLI ARTICOLI
SUL CASO DEL BUCO NELLE CASSE DELLA FIELD

L’ex presidente della Field aveva ammesso le sue responsabilità e si era poi impegnato a restituire il denaro, presentando una fideiussione che era risultata falsa. Dopo il suo arresto, l'ex presidente della Field aveva ribadito l’intenzione di voler restituire il denaro.

Durante le indagini, dirette dal sostituto procuratore Paolo Petrolo, i militari della Guardia di finanza avevano compiuto una serie di accertamenti sui movimenti di denaro che avevano portato all’ammanco dalle casse della Fondazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?