Salta al contenuto principale

Caporalato nel Reggino, nuovi controlli
Diverse le sanzioni per irregolarità

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

GIOIA TAURO (RC) - Salgono a nove le operazioni di prevenzione e di contrasto al caporalato, al lavoro nero e illegale nel Reggino. Nell’ultima operazione sono state 13 le aziende agricole controllate nei territori della Piana di Gioia Tauro e, in particolare nei Comuni di Gioia Tauro, Laurana di Borrello, Rosarno, Melicucco e San Ferdinando e 67 le persone controllate, di cui 6 extracomunitari. Sono state elevate 15 sanzioni amministrative per un importo di 21 mila euro.

Le attività delle forze di polizia sono iniziate all’alba con il controllo agli svincoli per San Ferdinando, al bivio Scattareggia di Laureana di Borrello e a quello ponte di Ferro nel Comune di Rosarno, dove sono soliti raggrupparsi i lavoratori in attesa di essere condotti presso le aziende di destinazione. Sono state controllate, inoltre, tre strutture dormitorio a Melicucco.

Sulle aziende sono in corso anche accertamenti da parte dell’Ispettorato del lavoro per valutare le posizioni dei titolari e dei dipendenti. Sono stati impegnati circa 40 operatori della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di finanza, del Corpo forestale dello Stato, della Polizia provinciale, dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Asp reggina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?