X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Dopo una giornata particolarmente critica in quasi tutta la regione, la Protezione civile ha prorogato lo stato di allerta fino a domani

CATANZARO – Persistono le condizioni di instabilità causate dalla perturbazione attiva da alcuni giorni sul centro-sud per cui sono stati emessi diversi avvisi di condizioni meteorologiche avverse. Nelle ultime ore la forte ondata di maltempo sta creando notevoli disagi nell’Alto Ionio Cosentino, dove si registrano diversi allagamenti.

Per quanto riguarda la Calabria, il Dipartimento nazionale della Protezione civile ha segnalato lo stato di allerta “arancione” per quanto riguarda i settori ionici, mentre allerta “gialla” in tutte le altre zone della regione.

DUE MORTI PER UN’AUTO PRECIPITATA IN UN TORRENTE IN PIENA

Fino a domani, la Protezione civile calabrese ha, invece, indicato il massimo stato di allerta (rosso) per le zone del Cosentino comprese tra i comuni di Rocca Imperiale, Oriolo, Nocara, Montegiordano, Castroregio, Canna, Amendolara e Alessandria del Carretto. In questo comprensorio, infatti, è previsto un alto rischio frana e allagamenti.

La giornata di giovedì è stata caratterizzata da una violenta ondata di maltempo che ha interessato quasi tutta la regione, con le province di Catanzaro, Crotone e Reggio particolarmente colpite da nubifragi, forte vento e grandine (LEGGI IL SERVIZIO E GUARDA LE FOTO DEI DANNI E LA MAPPA DELLA PIOGGIA).

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA