Salta al contenuto principale

Stampavano le griffe internazionali
su capi d'abbigliamento: due denunce nel Reggino

Calabria
Chiudi

Militari della Guardia di finanza

Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

REGGIO CALABRIA - Gli agenti della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno scoperto una centrale operativa dedita alla contraffazione di marchi di note case di moda.

L’operazione ha portato alla denuncia di due soggetti di nazionalità senegalese, già con precedenti specifici in materia di contraffazione, e a un sequestro di 900 capi. Gli uomini avevano deciso di “mettersi in proprio”, allestendo un laboratorio attrezzato per la produzione di capi contraffatti. Le attività di servizio presso l’abitazione, hanno consentito di rinvenire una pressa a caldo oltre ad altri numerosissimi oggetti che permettevano ai singolari “artigiani” della contraffazione la formazione di capi d’abbigliamento, di borse e scarpe sui quali venivano stampate le immagini dei marchi più di tendenza.

Le operazioni di perquisizione sono state estese anche alle autovetture dei soggetti denunciati rinvenendo ulteriore merce riportante marchi ed immagini registrate. I militari sono riusciti a ricostruire l’esatta ubicazione, in un comune della Locride, del centro di produzione commerciale di articoli contraffatti, assicurando i responsabili all’Autorità Giudiziaria della Procura della Repubblica di Locri. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?