X
<
>

Operazioni di scavo tra le macerie di Amatrice

Condividi:

Uomini e mezzi calabresi arrivati sui luoghi colpiti dal sisma. Anche lo sport si mobilita

COSENZA – Continuano le manifestazioni di solidarietà in Calabria per le popolazioni del centro Italia devastate dal terremoto. Dopo i soldi stanziati dai Comuni di Cosenza e di Catanzaro (LEGGI) già nella giornata di ieri, oggi il personale della colonna mobile Calabria dei Vigili del fuoco ha raggiunto i luoghi interessati dal sisma. La Direzione regionale ha inviato un funzionario con un vigile del fuoco.

Il comando di Catanzaro ha inviato 11 vigili del fuoco in assetto mini GOS (Gruppo Operativo Speciale) e, per quanto riguarda i mezzi di movimento terra, 3 mezzi del convoglio del Modulo di Supporto Logistico e un ispettore con un vigile del fuoco. Il comando di Reggio Calabria ha inviato i GOS con 4 vigili del fuoco e 2 mezzi di movimento terra. Il comando di Cosenza ha inviato la sezione operativa composta da 9 vigili del fuoco e 2 mezzi di soccorso.

Tante sono le iniziative di sostegno avviate in Calabria da associazioni, gruppi e singoli cittadini. Unioncamere ha reso noto che «anche le Camere di Commercio calabresi sono schierate in prima fila per sostenere, con iniziative di vario genere, le popolazioni colpite dal terribile sisma che ha interessato il centro Italia».

La tragedia non ha lasciato indifferente neppure il mondo dello sport: il Cosenza Calcio ha deciso di sospendere e rinviare la manifestazione di presentazione della squadra prevista per questa sera al Castello Svevo, in segno di rispetto per le vittime del terremoto e di solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite.

«E’ un dolore troppo grande – si legge in un comunicato della società rossoblù – una ferita così profonda che non ci permette neanche di immaginare di trascorrere una serata di festa e di spensieratezza. Il terremoto che ha colpito i territori dell’Italia centrale sta assumendo i contorni di una tragedia di ora in ora sempre più grave. La Società rossoblù è vicina a chi oggi  è impegnato a salvare vite umane e dà conforto alle tante famiglie sofferenti, e nell’intento di contribuire con un segnale concreto, ha deciso di destinare la propria quota dell’incasso del derby di domenica tra Catanzaro e Cosenza alle popolazioni colpite dal sisma».

Decisione simile per il Crotone calcio.  Il presidente Raffaele Vrenna, d’accordo con l’amministratore delegato Gianni Vrenna, ha deciso di devolvere l’incasso netto della gara di campionato di Serie A Tim, Crotone-Genoa, come segno di solidarietà e vicinanza alle persone colpite dal terremoto del 24 agosto.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA