Salta al contenuto principale

Strage di San Lorenzo, il prefetto: «Serve una risposta immediata da parte dello Stato»

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il cimitero di San Lorenzo del Vallo dove sono state uccise Edda Costabile e Ida Maria Attanasio
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

COSENZA - «La situazione ha richiesto la nostra massima attenzione, ed esige una risposta immediata dello Stato, sia in termini di repressione che di prevenzione. Siamo qui per esaminare la situazione su quel territorio ed eventuali misure da adottare per l’incolumità delle persone, di certo intensificheremo i controlli da parte delle forze dell’ordine».

E' quanto ha affermato il prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao a margine della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocata all’indomani del duplice omicidio di San Lorenzo del Vallo nel quale sono state uccise Ida Attanasio, di 52 anni e la madre Essa Costabile (77) (LEGGI).

Le due donne uccise nel cimitero del comune del cosentino, erano rispettivamente la madre e la sorella di Francesco Attanasio arrestato il 2 maggio scorso dalla squadra mobile di Cosenza per l’omicidio di Damiano Galizia, di 31 anni (LEGGI).

Alla riunione dell’organismo, in Prefettura, partecipano i vertici delle forze dell’ordine e dell’autorità giudiziaria.

San Lorenzo del Vallo è teatro di una lunga faida (LEGGI) che ha già lasciato alle sua spalle una lunghissima striscia di sangue.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?