Salta al contenuto principale

Nuovo ingente furto di rame in strutture Sorical

Disagi per acqua in molti centri del Catanzarese 

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Un precedente furto di cavi in un impianto Sorical
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

GIRIFALCO (CATANZARO) - Disagi nell’erogazione idrica in una vasta zona della provincia di Catanzaro a causa di un furto di rame la scorsa notte nell’impianto Sorical di contrada Maiorizzini a Girifalco.

I ladri hanno portato via circa 1.500 metri di cavi tra le condutture Enel e quelle interne della struttura determinando il blocco dell’impianto, che serve le popolazioni di Girifalco, Amaroni, Squillace, Palermiti e Stalettì superiore. Il furto è stato denunciato dalla Sorical ai carabinieri della Compagnia di Girifalco. Sul posto sono al lavoro i tecnici della società di gestione delle risorse idriche calabresi che contano di ripristinare il servizio in serata.

Il furto è il secondo che si verifica nell’impianto di Girifalco, in grado di erogare un milione di metri cubi d’acqua all’anno, dopo quello avvenuto sette mesi addietro. In otto mesi quello della notte scorsa è il quinto furto di rame ai danni di un impianto della Sorical. Analoghi furti hanno creato non pochi disagi in altri centri di smistamento della Sorical distribuiti sul territorio. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?