Salta al contenuto principale

Abbandono di rifiuti per strada ad Acri, multe per 8mila euro comminate ai trasgressori scoperti

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
I rifiuti scoperti
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

COSENZA - Continua l’attività di contrasto e repressione da parte dei Carabinieri della Forestale del fenomeno di deposito ed abbandono incontrollato di rifiuti nel territorio cosentino che negli ultimi mesi ha visto numerosi accertamenti diretti ad intensificare e sanzionare gli autori di tale reato.

Dopo i comuni di Cosenza, Castrovillari e Spezzano Piccolo l’attività monitoraggio si è concentrata questa volta nel comune di Acri in particolare nelle località di “Padia” e “Manzi" oggetto di continui abbandoni di rifiuti di ogni genere: sacchetti di plastica, cartoni, bottiglie di plastica, materiale di risulta edile ed altri tipi di rifiuti.

Molti cittadini, pur essendo queste zone nella periferia della cittadina silana, si recavano appositamente per abbandonare i rifiuti, incuranti della raccolta differenziata porta a porta. Da una prima indagine avviata dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Acri, durata alcune settimane, che ha portato ad elevare sanzioni amministrative per circa a 8mila euro, sono stati individuati alcuni trasgressori che transitando lungo queste zone si sono resi protagonisti dell’abbandono dei rifiuti.

L’operazione, denominata Pig Pen 3, prende il nome dal famoso personaggio della striscia di fumetti Linus.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?