Salta al contenuto principale

'Ndrangheta e politica, Comune di Lamezia in crisi

Nuove dimissioni e duri attacchi nella maggioranza

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Marialucia Raso
Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

LAMEZIA TERME (CATANZARO) - E’ una maggioranza in piena fibrillazione quella che guida il comune di Lamezia Terme, tanto che ieri pomeriggio (in vista del Consiglio comunale di oggi) il sindaco ha riunito la coalizione per fare il punto della situazione dopo gli esiti dell'operazione "Crisalide" contro le cosche di Lamezia.

LEGGI IL FASCICOLO DINAMICO SULL'OPERAZIONE CRISALIDE

Tre le questioni che hanno tenuto banco nel corso di una riunione nella quale, in alcuni momenti, si è rischiato lo scontro duro: la vicenda della consigliera Marialucia Raso, le dimissioni del presidente del consiglio Francesco De Sarro ed una prima informativa sull’attività che sta svolgendo la commissione di accesso.

 (LEGGI DELLE DIMISSIONI DI GIUSEPPE PALADINO)

Per il primo problema è arrivata la novità in mattinata: Raso ha, infatti, rassegnato le dimissioni con una dura lettera aperta: "Ho trovato inappropriato, fuori luogo e indecente il modo in cui la mia persona e la mia immagine sono state trattate. Avevo in un primo momento pensato, di procedere con una sorta di "auto sospensione" so benissimo che tale istituto non esiste, ma tuttavia avevo scelto questo strada come ipotesi che da un lato mi garantisse come persona, dall altro consegnasse un minimo di serenità alle istituzioni. Fare il consigliere comunale nella mia città era per me un motivo di orgoglio. Ho la piena coscienza di aver agito sempre nella massima correttezza e legalità. Ma purtroppo - ha aggiunto - a volte la sostanza deve lasciar posto all apparenza, ai gesti di facciata. E' solo per questo che mi dimetto". 

LEGGI DELLE DIMISSIONI DI ANGELO BILOTTA E MASSIMILIANO CARNOVALE

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?